3 gennaio 1954 – 3 gennaio 2014. Oggi la televisione italiana compie 60 anni e RaiUno è pronta a celebrare l’evento con uno speciale in prima serata. Niente megashow in diretta, perché i soldi non ci sono e viale Mazzini ha scelto il low profile, con un lungo collage di spezzoni di sessant’anni di tv. Un Techetecheté lungo due ore, per gli amanti del piccolo schermo e per chi vuole abbandonarsi alle solite esclamazioni: “Ah, la tv di una volta!”. Su Canale5, seconda parte della miniserie Il conte di Montecristo con Gerard Depardieu e Ornella Muti, mentre RaiDue trasmette il bel film di animazione Disney Ratatouille.

Tre nuove puntate di Scandal su RaiTre, seguite da Correva l’anno, dedicato stasera a due grandi attori italiani: Alberto Sordi e Marcello Mastroianni. Su Italia1, Hugh Jackman è Van Helsing, il mitico cacciatore di vampiri che dovrà affrontare Dracula, le sue tre mogli e altri mostri in un action movie dalle poche pretese. Su Rete4, invece, torna Vincenzo Venuto con i documentari di Life – Uomo e Natura. La proposta migliore della serata, però, è targata La7, che trasmette Speriamo che sia femmina, uno dei tanti capolavori di Mario Monicelli, con un cast stellare: tra gli altri, Liv Ullmann, Catherine Deneuve, Philippe Noiret e Stefania Sandrelli. Su Rai5, bel documentario dedicato a Mark Lombardi, quotato artista che con le sue opere ha cercato collegamenti tra politica, economia e terrorismo, sfociando più di una volta in una sorta di complottismo ossessivo. Su LaEffe, invece, va in onda Love, Marilyn, un documentario che svela il contenuto dei diari segreti di Marilyn Monroe.

Su Real Time, è tempo di finale per Bake Off Italia, cooking show dedicato ai dolci che ha conquistato pubblico e critica. Sono in tre a contendersi il titolo di miglior pasticciere amatoriale d’Italia, sotto l’occhio attento di Benedetta Parodi. Sul satellite, nuova puntata di The Blacklist con James Spader su Fox Crime, ma il vero evento è Lincoln di Steven Spielberg, con un sontuoso Daniel Day-Lewis, premiato con l’Oscar per l’interpretazione del presidente degli Stati Uniti d’America assassinato nel 1865. Su SkyCinema Classics, infine, va in onda La grande fuga, con un cast stellare di grandi duri di Hollywood: Steve McQueen, James Coburn, Charles Bronson e James Garner.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore