Quasi sei milioni di morti l’anno. E’ questo il tragico bilancio che il fumo miete ogni anno, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). Nonostante le tante campagne di dissuasione, il tabacco resta la principale causa di morte evitabile.

Come si legge nell’ultimo report sull’epidemia del tabacco nel mondo, ogni anno muoiono 5 milioni di persone perché fumatori e oltre 600mila per il fumo passivo, la maggior parte dei quali nei Paesi in via di sviluppo. Il fumo è responsabile anche di centinaia di miliardi di dollari di danni economici. L’Oms aggiunge che se l’attuale tendenza non verrà invertita, entro il 2030 il numero delle vittime potrebbe salire a 8 milioni l’anno. Nell’ultimo secolo è possibile quantificare almeno un miliardo di morti a causa del fumo. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Palermo, tagli a teatri e orchestre. Ma la città forse sarà capitale della cultura

next
Articolo Successivo

7 luglio 1960: dopo 53 anni facciamo chiarezza sui morti di Reggio

next