Se fossi in classe stamattina scriverei queste parole di Gianni Rodari sulla lavagna.

Trovo stampato nei miei libroni che quest’anno
che avrà di certo quattro stagioni, 
dodici mesi, ciascuno al suo posto, 
un carnevale e un ferragosto, 
e il giorno dopo del lunedì 
avrà sempre un martedì.. 
Di più per ora scritto non trovo 
nel destino dell’anno nuovo: 
per il resto anche quest’anno 
sarà come gli uomini lo faranno” 
Facciamolo bene, perché ogni momento e’ unico e irripetibile.”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Venezia sedotta e abbandonata dal Palais Lumière

next
Articolo Successivo

Auguri al cinema italiano

next