Manca una parte nello spot contro l’evasione fiscale, quella dei Parassiti dello Stato che dormono sui banchi, che giocano con iPad a nostre spese, che al ristorante del Senato della Repubblica italiana pagano il carpaccio di filetto con salsa al limone 2,76 euro, quelli indagati, quelli condannati, quelli che nessun italiano ha direttamente votato.

Non sono un evasore fiscale, sono un cittadino italiano onesto ed in questo spot promosso dal Ministero dell’Economia e dall’Agenzia delle Entrate mi sento preso in giro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tg, il pastone non muore mai
Il giornalismo sì

next
Articolo Successivo

Casta, l’affarone immobiliare del ministro Patroni Griffi

next