A poco più di un anno e mezzo dall’uscita di Midnight Talks tornano sotto le luci dei riflettori …A Toys Orchestra, band campana dalle connotazioni pop-rock di scuola British, pubblicando Midnight (R)evolution, un album di ottima fattura – lanciato dal singolo omonimo – che rappresenta un continuum artistico con il disco precedente.

Con una scaletta di canzoni scritte, arrangiate e “testate” durante il lungo tour (108 date in tutto) dell’acclamatissimo (in termini di vendite, affluenza di pubblico ai concerti e dei risultati editoriali ottenuti) Midnight Talks, il disco può ambire ad abbattere il pregiudizio che una rock band italiana che canta in inglese non possa avere un pubblico numeroso e importante e non possa entrare nelle classifiche nazionali e non. Riscrivendo  in questo modo la storia della discografia indipendente italiana e creando un precedente che possa andare a vantaggio di tutti, della scena e di altri artisti che come i Toys sono fortemente impegnati nell’affermazione del loro progetto.

Il nuovo album rappresenta la concretizzazione di una nuova e inedita presa di coscienza civile della band nei confronti di quanto accade e sta accadendo nel mondo e in Italia oggi. Non una visione politica, nessuna bandiera e nessun colore. Solo una presa di coscienza civile, civica del cittadino/artista che, posto in una posizione di privilegio, desidera condividere con il proprio pubblico il desiderio di lucida consapevolezza del presente e l’impegno concreto per un futuro migliore. Da qui l’immagine della copertina del disco (realizzata dal giovane fotografo Alessandro Tricarico, autore anche delle foto che compongono il booklet dell’album). Mai come oggi la copertina del nuovo disco rappresenta un messaggio urlante di feroce verità. Per chi non lo sapesse la foto della copertina non è una posa di studio, ma la reale immagine di una manifestante (Sara) picchiata aspramente dalle forze dell’ordine a Bologna durante le manifestazioni studentesche dello scorso anno. Per la serie “la democrazia che ti spacca la faccia”…

Con Midnight (R)evolution è uscito anche un dvd, Midnight stories 1996/2011, che ripercorre la storia dei Toys, dai primi album a oggi, con interviste, immagini di studio, racconti, aneddoti, inserti video e contenuti speciali (videoclip ufficiali, video live, video tour, foto) la cui regia è stata curata da Alberto Fabi per la Farm Studio Factory.

Gli A Toys Orchestra dal prossimo novembre partiranno con il nuovo tour, il Midnight (R)evolution Tour. Queste le date previste:
11.11 Bologna – TPO
17.11 Milano – Magnolia [w/ A Classic Education + Eveline]
18.11 Pescara – Zu Bar
19.11 Perugia – Urban
26.11 Brescia – Vinile 45
10.12 Torino – Spazio 211
26.12 Eboli (SA) – CO2
04.01 Palermo – Candelai
06.01 Catania – Barbara Discolab
07.01 Messina – Retronouveau (Ex Circolo 5/4)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Cappello sul Letto è di Tom Waits

next
Articolo Successivo

Skylanders: Spyro’s Adventure
I videogiochi diventano giochi e viceversa

next