Breve sfogo di Enrico Mentana durante l’edizione serale del suo TgLa7 del 30 settembre. A conclusione di un servizio riguardante la possibile iscrizione del premier nel registro degli indagati nell’ambito del caso Tarantini (per Berlusconi si profila l’accusa di istigazione a rendere false testimonianze a causa delle discrepanze tra i suoi racconti e quelli di Lavitola), Mentana così commenta il silenzio sulla sua esclusiva intervista in diretta a Lavitola, andata in onda il 28 settembre su La7 (un collegamento satellitare di circa 2 ore9: “L’altro giorno, ormai 48 ore fa, abbiamo fatto quell’intervista via satellite a Lavitola. Ci saremmo aspettati che poche ore dopo, o addirittura durante la trasmissione, qualcuno (le autorità preposte, ndr) sarebbe venuto a verificare l’origine tecnica di quel collegamento per identificare dove sia il latitante Lavitola. Sono passate 48 ore e non si è fatto vivo ancora nessuno”.
(Guarda qui l’intervista a Lavitola)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PADRINI FONDATORI

di Marco Lillo e Marco Travaglio 15€ Acquista
Articolo Precedente

Assemblea Pdl, il partito è sempre di Berlusconi

next
Articolo Successivo

Camusso: “Il governo non ha soluzioni, è parte del problema”

next