Tremonti al convegno "Crescere tra le righe" - Giovani Editori 2011 a Bagnaia (Siena)

E’ “francamente discutibile” la rappresentazione dell’Istat, secondo la quale un italiano su quattro è povero. Così il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, intervenendo alla presentazione del rapporto della Corte dei conti sul coordinamento della finanza pubblica. “Leggi che un italiano su quattro è povero: alzi la mano chi di voi è povero”, ha affermato Tremonti rivolgendosi alla platea. “E’ un campione di fallacia statistica?”, si domanda il ministro. “Non credo. Credo che alcune rappresentazioni di vita reale escludano tratti di questo tipo. So che ci sono i poveri ma credo francamente discutibile quella rappresentazione”. Secondo il ministro, “molto può essere fatto in termini complessivi, ma – ha osservato – risulta da tutte le statistiche che la ricchezza non è scesa in questo decennio ma è salita, anche se meno di quanto avremmo voluto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crisi, Corte dei Conti: “Ci costerà 160 miliardi, improponibile ridurre le tasse”

next
Articolo Successivo

No Tav e Corte dei Conti contro la lobby della Tav

next