Nuovo appuntamento con “Partite e Partiti”. Milan in testa col tandem Cassano-Ibra e Napoli a 4 punti di distanza. La Roma tiene il passo nonostante le incertezze sulla proprietà mentre la Lazio rallenta la sua corsa a Bologna. La squadra di Reja perde 3-1 al Dall’Ara con tanto di rissa negli spogliatoi. Ma con le tensioni sociali che squassano il paese, nessuna sorpresa. Capitolo panchine: solo Lecce e Bari conservano lo stesso allenatore da almeno un anno e mezzo. Le altre hanno cambiato in corsa quest’anno o l’anno scorso. E qualcuno si lamenta pure del gioco mediocre. A Firenze, per dire, lo spettacolo non brilla. Ma i Della Valle, per la gioia dei tifosi, investono sul Colosseo (23 milioni di restauro) invece che sui viola.
Di Oliviero Beha

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lissone, proteste per l’intitolazione di una piazza a Bettino Craxi

next
Articolo Successivo

Caso Ruby, la versione di Lele

next