A Catania una studentessa 34enne è stata raggiunta da una pallottola durante un agguato mafioso a un pregiudicato del clan Zuccaro. Secondo le prime informazioni, la ragazza è rimasta gravemente ferita; le è stato riscontrato un trauma midollare. Ricoverato all’ospedale Vittorio Emanuele in gravi condizioni l’obiettivo dell’agguato, raggiunto da almeno tre colpi. La sparatoria è avvenuta a pochi metri dalla caserma dei carabinieri, nei pressi del monastero dei Benedettini, sede dell’università.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napolitano preoccupato.
Schifani marcia indietro: “esame ddl dopo estate”

next
Articolo Successivo

Expo, politica e ‘ndrangheta: un progetto svelato intercettazione dopo intercettazione

next