Avete incontrato alcuni giornalisti distratti, apatici, malinconici? Come si fa non capirli, sono appena tornati da una crociera Costa! Questa volta lo slogan pubblicitario potrebbe averci azzeccato. Leggete queste tre lettere
del mese di luglio. La prima è quella del presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Liguria che chiede alla società Costa di sapere se sia vero che, in occasione del varo delle due nuovi navi (Luminosa e Pacifica) nel porto di Genova, siano stati invitati ad una crociera gratuita dei
giornalisti.  L’Ordine vuole conoscere i loro nomi per procedere con eventuali provvedimenti disciplinari in caso di violazioni della deontologia professionale. I vertici di Costa Crociere spa rifiutano di fornire i nomi, spiegano che si è trattato di una “minicrociera” e aggiungono che non c’è
nulla di male in “alcuni momenti conviviali e di relax che tra l’altro costituiscono parte integrante della conoscenza del nostro prodotto”. Ecco come si esercita il controllo sui grandi poteri economici: sedia sdraio, cocktail e piscina.

Allegati:

Lettera 1 – alla direzione di Costa Crociere – 10 luglio 2009

Lettera 2 – al presidente dell’ordine – risposta di Costa Crociere – 27 luglio 2009

Lettera 3 – a Fabrizia Greppi Vice President Corporate Marketing & Comunicazione Costa Crociere S.p.A.30 luglio 2009