/ TAG / Libri

di Davide Turrini | 31 agosto 2015

Cattivi, ecco il secondo romanzo di Maurizio Torchio: “Prima di scrivere questo libro dentro ad una cella non ero mai stato…”

cattivi905
Cultura
“Una delle cose belle dell’atto dello scrivere è l’occasione di scoprire mondi che non conoscevi - ha raccontato lo scrittore a FQ Magazine - Il grosso della documentazione l’ho raccolta leggendo. Una delle mie libertà di narratore è stata quella di poter spaziare in documenti relativi a tempi e luoghi diversi, in Italia e all’estero. Poi sono andato anche in un carcere, a Bollate (Milano), per parlare con le guardie e i detenuti e raccogliere qualche storia"

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×