FQ MAgazine

Paolo Bonolis resta a Mediaset e difende Paola Perego: “Credo che dietro quella chiusura ci siano altre cose”

Di totalmente nuovo nel suo futuro professionale non ci sarà nulla, ma l’impegno sarà grosso visto che riproporrà in due anni tutti i suoi programmi più noti: Avanti un altro, Music, Chi ha incastrato Peter Pan, Il Senso della Vita e Ciao Darwin. E sulla possibilità di cimentarsi con il Festival di Sanremo, il conduttore sgancia una piccola bomba: “Solo se non si svolgesse più al Teatro Ariston"

Paola Perego in lacrime a Le Iene: “Sto male, messa in mezzo in una cosa molto più grande di me. Sono dei codardi” (VIDEO)

"Le persone che, fidandosi di me, mi hanno seguita in questo programma ora resteranno senza lavoro. Guadagnano due lire ed ora veramente avranno problemi a pagare l’affitto", ha detto la conduttrice a Sabrina Nobile. Ma la parte più interessante dell’intervista riguarda le dinamiche interne alla Rai: "Si sono dissociati da una cosa che avevano approvato"

Isola dei Famosi 2017, finito il regno di Samantha De Grenet. Raz Degan si è trasformato da appestato in eroe

La migliore puntata di questa edizione spompata: sono cambiate le dinamiche, sono mutati gli equilibri, in pratica finalmente è successo qualcosa. Anche se la sfida con la fiction di RaiUno “Un passo dal cielo” è stata persa

Parliamone sabato, errore madornale e imperdonabile ma in Rai c’è stato molto di peggio

La polemica di Domenico Naso
Le polemiche delle ultime ore devono servire ad accelerare il percorso promesso da Campo Dall'Orto e mai realizzato. Va ridisegnato l'intero daytime dei canali Rai, senza però buttare il bambino con l'acqua sporca. Ma prima di mettere mano ai palinsesti, va risolta l'odiosa questione delle lotte intestine tra scuderie e tra fazioni

Isola dei Famosi 2017 – Raz Degan, il 50enne bello e arrogante che ruba la scena a tutti. E con un’arma in più: Paola Barale

Il reality vip di Canale5 solo grazie al modello israeliano conserva un minimo di interesse. La sua è una battaglia donchisciottesca contro quello che per lui è un gioco fatto di ipocrisia e manipolazione dei concorrenti più deboli. Tra strategie e personalità dallo spessore di una carta velina, è l’unico che ha qualcosa da dire

Parliamone Sabato, chiuso il programma di Paola Perego. Campo Dall’Orto: “Le scuse non bastano”

La trasmissione pomeridiana è stata al centro delle polemiche sui social dopo la messa in onda, nella puntata di sabato 18 marzo, di un vademecum sul perché gli uomini italiani dovrebbero preferire le donne dell'est alle italiane. Dopo gli interventi della presidente Rai Monica Maggioni e del direttore di RaiUno, Andrea Fabiano, il commento del direttore generale: "La decisione di chiudere non è solo la semplice e necessaria reazione ai contenuti andati in onda lo scorso sabato, contenuti che contraddicono in maniera indiscutibile sia la mission del Servizio Pubblico che la linea editoriale che abbiamo indicato sin dall’inizio del mandato"

“Parliamone sabato”, le fidanzate dell’Est Europa meglio delle italiane: polemiche sul talk di Paola Perego

Sabato, nel corso del programma, sono stati elencati i sei motivi per cui è meglio scegliere una donna dell'est. Pioggia di critiche dai social network. Il direttore di RaiUno Andrea Fabiano: "Chiedo scusa a tutti"

Le Olimpiadi della Tv – Speciale Uomini e Donne, su Canale5 è andata in onda la cosa più brutta mai realizzata da Maria De Filippi

Un “mappazzone” televisivo pensato male e realizzato peggio. L'assoluta mancanza di scrittura e di coerenza narrativa è risultata addirittura insultante nei confronti del pubblico. "No, grazie. Questo è troppo", devono aver pensato gli spettatori da casa che infatti hanno premiato Ballando con le Stelle
×

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×

Garantire la libertà de ilfattoquotidiano.it costa il prezzo di un cappuccino alla settimana.
Sostieni il nostro giornalismo a 60 euro l’anno o 5,99 euro al mese.

Diventa sostenitore
×