Federica Pellegrini è ancora la più forte del mondo. A quasi 29 anni la campionessa veneta vince la terza medaglia iridata. E l’oro arriva ancora nei 200 metri stile libero, la sua distanza preferita e quella della grande delusione ai Giochi di Rio 2016.

Il suo terzo oro in otto edizioni dei Mondiali è frutto di una progressione irresistibile nell’ultima vasca che le ha permesso di superare la favorita Katie Ledecky – che finora non aveva mai perso una finale individuale ai Mondiali – ed Emma McKeon, poi la russa Veronika Popova. Pellegrini ha trionfato in 1’54″73 staccando di 45 centesimi l’americana e l’australiana – seconde ex aequo – e di oltre mezzo secondo Popova.

Fede aveva già vinto nel 2009 a Roma e nel 2011 a Shanghai. Dopo la vittoria in Cina, aveva conquistato l’argento a Kazan 2015  e Barcellona 2013, Era invece stata terza a Melbourne 2007 e seconda a Montreal 2005.

“Non so cosa è successo, devo ancora rendermene conto. Non pensavo fosse possibile: ci ho provato fino alla fine – ha detto al termine della sua impresa più bella – Non so dove ho trovato questa energia, l’ho voluta con la testa. Ora posso dire di essere in pace, questi erano gli ultimi 200 metri della mia carriera”.