Duro scontro a L’aria che tira su La7 tra l’ex ministro Dc Paolo Cirino Pomicino e il presentatore Rai Massimo Giletti. Al centro della discussione i vitalizi di cui godono i parlamentari. Pomicino difende a spada tratta il suo privilegio rispolverando un vecchio aneddoto riguardante la sua posizione giudiziaria nell’inchiesta Mani Pulite da cui dovette patteggiare. Dall’altra parte Giletti gli ricorda di aver preso 5 miliardi per illecito finanziamento dei partiti  L’ex ministro democristiano risponde piccato: “Giletti disse a Domenica in che gli italiani pagavano da 20 anni la mia scorta, e non smentì una cosa falsa. Questo è Giletti che guadagna 42mila euro al mese”. “Lo so che dire la verità fa male – replica il conduttore dell’Arena  – Se per lei è normale prendere 5 miliardi di lire di tangenti va bene. Era regolare fare questo?”