Il 67esimo Festival di Sanremo non è ancora iniziato, ed ecco arrivare già la prima “cappellata” clamorosa: Greta Menchi (il vostro comprensibile “Chi?” si sente forte e chiaro fin da qui) farà parte della giuria di esperti che valuterà le canzoni nelle decisive serate finali di questa settimana in riviera.

Evidentemente serviva qualcuno per coprire la casella “ggggiovani che piacciono ai ggggiovani” ed ecco spuntare lei, Greta Menchi. Professione YouTuber, influencer, Dio solo sa cosa. E sarà lì, magari seduta accanto al leggendario Giorgio Moroder, a giudicare le canzoni in gara.

Una scelta sconsiderata che non ha alcun senso logico, se non appunto quello di coprire una fetta di “mercato”. Ma qui non si tratta di conduzione o ospitate, qui c’è da valutare la musica, il testo e l’interpretazione di un brano. Dice: “Lei sa cosa piace ai giovanissimi“. E chi se ne frega, verrebbe da aggiungere. Saranno solo canzonette, per carità, ma il pubblico merita rispetto e con Greta Menchi in giuria, il verdetto degli Esperti arriverà con il peccato originale di una presenza incomprensibile e fuori da ogni logica.