Ron- L’ottava meraviglia
Ron è Ron. Bravo, profondo, con quella storia lì. L’ottava meraviglia è una ballad sanremese senza picchi verso l’alto né verso il basso. Niente di indimenticabile, per capirsi, ma portato a casa con dignità e eleganza. Da lui ci saremmo aspettati qualcosa di più, ma nell’insieme siamo sicuri che resterà in piedi tra le rovine di questa edizione

Sergio Sylvestre- Con te
Funziona così. Il gigante buono, quello con la voce come Mario Biondi, ma di colore, arriva a Sanremo con un brano che suonerebbe benissimo in bocca a un qualsiasi cantante R’n’B americano. Con un testo scritto da Giorgia. E con un coro di bambini. Insomma, detta così qualcosa di davvero bello. In realtà non è così. La canzone è davvero una robetta. Cantata da Giorgia sarebbe stata altra cosa, ma ‘grazie al cazzo’, dirà qualcuno.