Settima Supercoppa italiana per il Milan: la squadra guidata da Vincenzo Montella ha battuto ai calci di rigore la Juventus nella finalissima giocata allo Jassim Bin Hamad Stadium di Doha, riedizione della finale di Coppa Italia persa dai rossoneri 1-0 lo scorso 21 maggio ai supplementari. Nel primo tempo bianconeri in vantaggio al 18′ grazie a una incursione di Giorgio Chiellini su calcio d’angolo, al 38′ il pareggio di Bonaventura di testa. Il risultato resta in parità dopo i 90 regolamentari e i successivi tempi supplementari. Alla lotteria dei rigori decisivo l’errore dagli 11 metri di Dybala. La prima conclusione della finale di Supercoppa arriva dopo 90 secondi ed è di marca bianconera, Sturaro ci prova dal limite, blocca Donnarumma. Al 7′ spunto di Mandzukic, il croato stoppa e tira di destro con il portiere rossonero costretto alla deviazione in angolo. Soffrono i rossoneri, soprattutto sulla fascia sinistra, poco dopo Alex Sandro conclude tra le braccia di Donnarumma una conclusione dal limite. Al 17′ Sturaro, imbeccato da Higuain, tenta il sinistro dall’interno dell’area ma il portiere se la cava in angolo. Sul successivo corner è lesto Chiellini di destro alla deviazione in rete per l’1-0 bianconero. Per il difensore è il secondo gol in Supercoppa dopo quello segnato nel 2013. Prova a riorganizzare le idee l’11 di Montella, al 21′ Suso prova la conclusione da posizione defilata sulla destra, il tiro a giro termina di poco a lato. Al 32′ esce per problemi fisici Alex Sandro, al suo posto Evra. Poco dopo cross per la testa di Kucka, nessun problema per Buffon che si ritrova la palla tra le braccia.  Al 38′ il pari rossonero, Suso pennella un cross teso su cui si avventa Bonaventura che in torsione mette la sfera alle spalle di Buffon. Brividi per Donnarumma poco dopo, un cross di Mandzukic dal fondo lo scavalca ma Sturaro è anticipato al momento del tiro da Abate.

La ripresa parte con un affondo rossonero con Bonaventura che non arriva all’appuntamento con la deviazione di testa per un soffio. Insiste il Milan, al 55′ palla gol di Suso murato dalla difesa. Subito dopo grande occasione per Romagnoli, il difensore di testa prende la traversa a Buffon battuto. La risposta dei campioni d’Italia è un tracciante di Khedira su cui Donnarumma si supera deviando in corner. Al 62′ ancora il Milan pericoloso, Kucka tenta il tiro cross e Bacca in scivolata non trova per un soffio la conclusione vincente. Azione personale di Khedira, il tedesco affonda nella retroguardia rossonera ma il tiro è facile preda del numero uno del Milan. Cambio per Allegri che getta nella mischia Dybala al posto di Pjanic. Poco dopo gran salvataggio di Paletta che sradica la palla dai piedi di Sturaro a due passi dalla porta. Insiste la Juve, su affondo di Higuain è Abate a salvare.

Nel Milan esce Locatelli, al suo posto il croato Pasalic. Al 76′ occasionissima per Dybala, l’argentino prende palla al limite e lascia partire un rasoterra che esce di pochissimo. Problemi per Sturaro, Allegri consuma il terzo ed ultimo cambio facendo entrare Lemina. Ci riprova Dybala con un sinistro velenoso dai 20 metri, Donnarumma para in due tempi. All’82′ suggerimento di Suso per Bacca che schiaccia di testa a due passi da Buffon ma il portiere bianconero d’istinto tocca in angolo. Non succede più nulla, si va ai supplementari, è l’ottava volta che accade nella storia della Supercoppa. In apertura di extra-time occasione monumentale per Bacca, il colombiano dopo una respinta corta di Buffon su tiro di Bonaventura si trova la palla sui piedi a due passi dalla porta ma invece di concludere cerca un improbabile controllo sciupando tutto.  Montella si gioca due cambi, dentro Lapadula e Antonelli al posto di Bacca e Abate. Al 107′ affondo di Higuain che prova un tiro da posizione decentrata ma Donnarumma fa buona guardia, dall’altra parte destro a giro di Pasalic ma la conclusione è fuori misura. Emozioni al 110′ quando Evra segna ma il gol è annullato per fuorigioco. Mani tra i capelli per Dybala a 5′ dalla fine quando l’argentino ha un rigore in movimento all’altezza del dischetto ma conclude alto sopra la traversa. Nuovo affondo dell’argentino, Donnarumma in uscita bassa lo anticipa. Si va ai calci di rigore. Marchisio segna, si fa invece parare la conclusione dagli 11 metri Lapadula. Il vantaggio bianconero è subito vanificato dalla traversa di Mandzukic, pareggia i conti Bonaventura. Non sbagliano Higuain, Kucka, Khedira, Suso. Dybala è l’ultimo rigorista bianconero, l’argentino si fa stregare da Donnarumma, non sbaglia invece il 21enne Pasalic che regala il trofeo ai rossoneri.