Erano in crisi da tempo e volevano vivere nuove esperienze. Il caso però ha voluto che il desiderio scattasse la stessa notte, nello stesso posto. Marito e moglie, di nascosto l’uno dall’altra, hanno deciso di passare una notte di trasgressioni in un club di scambisti. Ma per uno strano scherzo del destino sono entrati nella stessa villa ai Castelli Romani e come se non bastasse, si sono ritrovati faccia a faccia nella stessa stanza. E  quella che doveva essere un’esperienza hard si è trasformata in una maxi rissa.

E’ successo nelle campagne di Ariccia. I protagonisti di questa storia, racconta la Repubblica, sono due cinquantenni: lui rappresentante di materassi,  con i quali riforniva la casa dell’amore, lei casalinga, arrivata nella villa con un uomo. Entrambi originari di Anagni, in provincia di Frosinone. Tutto è nato per un errore all’ingresso della villa, dove, come da regolamento, alla signora è stato consegnato un numero di camera. Lo stesso consegnato all’amico che avrebbe dovuto raggiungerla con il volto nascosto da una mascherina. Ma il numero, non si sa come, è finito nelle mani del marito. E così i due si sono ritrovati nel buio della stessa stanza, piena di specchi e sex toys, mentre aspettavano i rispettivi partner. La casalinga però ha subito capito che l’uomo davanti a sé non era uno sconosciuto, bensì il marito. A quel punto è scoppiato un furibondo litigio. Botte, insulti, la stanza completamente distrutta. Perfino il materasso ad acqua è esploso.

La donna ha chiamato il figlio per chiedere aiuto, ma nel frattempo, l’amico di lei e altri frequentatori del club sono intervenuti. Il litigio fra marito e moglie si è così trasformato in una gigantesca rissa che ha coinvolto una quindicina di persone. Per raffreddare gli animi sono intervenuti i carabinieri che hanno denunciato quindici persone. La coppia e il figlio sono stati denunciati anche per i danni alla villa. A loro volta, marito e moglie si sono querelati a vicenda per lesioni. Lei ha anche avviato le pratiche per il divorzio.