Prodi vota Sì al referendum? Ma vada aff.. lui è il padre di questo disastro. Anzi, io lo arresterei. Ma fa un favore a noi del No con questo suo voto”. Sono le parole del deputato di Conservatori e Riformisti, Maurizio Bianconi, ospite di Ecg Regione, su Radio Cusano Campus. Il parlamentare, sostenitore del No, spiega: “Sto lavorando come un matto per promuovere il No, ma non ho le armi di Renzi, perché io il contratto agli statali non glielo posso fare. L’altra volta lo fece ai metalmeccanici, questa volta agli statali. L’altra volta 80 euro, questa volta 50 euro. Fa sempre così”. E aggiunge: “Temo che vinca il Sì e sarebbe un’evenienza figlia del masochismo e della paura della borghesia italiana. Come rispondo a chi dice che non c’è alternativa a Renzi? Questa è una cagata pazzesca, citando Villaggio. Renzi non è un’alternativa a nessuno e non ci vuole una alternativa a Renzi. Se Renzi andrà via ne verrà un altro”. Circa l’ipotesi di Luigi Di Maio (M5S) premier, osserva: “No, è inadeguato. Ma poi nessuno è così deficiente da pensare che in Italia il M5S possa vincere. Sono come quei cretini che pensavano che potessero vincere i comunisti. Il M5S non può vincere mai col 30% dei voti, visto che non c’è il ballottaggio nell’Italicum”