Con 2,8 milioni di telespettatori e uno share del 13,04%, Pechino Express, l’adventure game di RaiDue condotto da Costantino della Gherardesca, è tornato col botto.

Un ottimo risultato che è merito di un meccanismo ormai rodato, di un cast che quest’anno sembra destinato a regalare grandi soddisfazioni, di una qualità del montaggio che è il fiore all’occhiello di un programma che ha smesso da tempo di essere un outsider della tv e che ormai fa parte delle abitudini televisive degli italiani. La prima puntata di questa nuova edizione è cominciata con una sagace parodia dei meccanismi televisivi da reality: in uno studio televisivo di Bogotà, Costantino della Gherardesca ha presentato i concorrenti utilizzando tutti gli stilemi del reality nazionalpopolare. Una parodia spassosa e riuscita, che però rischiava di essere compresa e apprezzata solo dagli addetti ai lavori, trasformandosi in un inside joke per pochi intimi.

Il cast rispetta le aspettative: Tina Cipollari al naturale sembra addirittura molto più simpatica della sua versione pomeridiana a Uomini e Donne; Lory Del Santo e il giovane fidanzato Marco Cucolo confermano e rafforzano il cliché della donna più grande, più famosa e dunque despota nei confronti del povero cucciolo un po’ fessacchiotto; l’intellettuale Marco Cubeddu e la make up artist Silvia Farina sono la coppia più bizzarra, con la Farina svampita e divertente (ma bisogna capire se ci fa o ci è). E poi le battute divertenti e politicamente scorrette di Diego Passoni e Cristina Bugatty, la leggerezza scanzonata degli “emiliani” Xu e Carlos, il cazzeggio dei theShow (popolarissimi sul web). E poi, come ogni anno, le coppie “inutili”, che in questa edizione sono due: le “Naturali”, due modelle curvy, e l’insopportabile coppia composta da Francesco Sarcina e la moglie Clizia Incorvaia (lui è assai irascibile, a quanto pare).

L’itinerario è suggestivo come sempre: si parte dalla Colombia per poi attraversare il Guatemala e concludere in Messico, alla scoperta delle antiche civiltà precolombiane dei tre Paesi. E come di consueto, accanto al gioco e allo spettacolo, c’è il racconto sociale e culturale, l’affresco garbato delle condizioni di vita della gente del posto, le bellezze naturali e artistiche. Pechino Express è una macchina rodata alla perfezione che ormai va via che è una meraviglia. Costantino della Gherardesca è nel suo habitat naturale, il montaggio è fondamentale e l’ironia è la caratteristica principale di un racconto di una qualità televisiva di altissimo livello.

Per quanto riguarda la gara, ieri sera è arrivata la prima eliminazione: fuori a sorpresa, eliminati dai vincitori Sarcina e Incorvaia, Lory Del Santo e il fidanzato Marco Cucolo, ma gli autori avevano pronto un colpo di scena. Una sorta di “ultima spiaggia” di isolana memoria, con la coppia che avrà una seconda possibilità per tornare in gara: una missione speciale che dovrà compiere nella seconda puntata. E nei pochi secondi di presentazione della seconda tappa della prossima settimana abbiamo già visto quante “soddisfazioni” può regalarci Tina Cipollari, che praticamente ha mandato a quel paese tutti.

L’avventura di Pechino Express è appena iniziata e sui social già non si parla d’altro. L’hashtag del programma lunedì sera è stato costantemente in testa ai trending topic su Twitter, a conferma del fatto che uno dei punti di forza del format è proprio l’interazione social che lo hanno incoronato da tempo come programma più social della televisione italiana.