Il corpo della madre, probabilmente morta da alcuni mesi, nascosto nel congelatore di casa. Il figlio dell’anziana, il 63enne Pierangelo Bussolera, è stato fermato dai carabinieri e denunciato per occultamento di cadavere. Aveva conservato i resti della donna, 103 anni, all’interno del freezer nella casa che la famiglia utilizzava per la villeggiatura a Bellavista di Trivero, frazione in provincia di Biella. Si erano trasferiti lì da circa un anno.

A dare l’allarme sarebbero stati i vicini di casa, tutti molto affezionati alla ultracentenaria “signora Irma”. Secondo quanto riportato da La Stampa, pare che tra il figlio e la madre fossero ripetutamente scoppiati dei litigi anche per motivi economici. Da marzo, però, dell’anziana signora non si avevano più notizie. Interrogato dai vicini sulle sorti della donna, Bussolera avrebbe dato risposte alquanto evasive. Da vari mesi l’uomo aveva lasciato il suo lavoro, facendo affidamento per vivere sulla sola pensione della madre.

Molto laconici, per ora, i commenti dei carabinieri. “Sono in corso indagini rivolte ad accertare le circostanze e le modalità che hanno portato al decesso – si sono limitati a dire gli agenti – da collocarsi in epoca di molto antecedente al rinvenimento”. Alcune testate locali riferiscono che Bussolera è stato interrogato in caserma. Il cadavere della donna, stando alle prime indiscrezioni, è  stato trovato in cucina, vicino ad un congelatore. Il figlio potrebbe averlo tirato fuori proprio in corrispondenza dell’arrivo delle forze dell’ordine, così da provare ad avvalorare la tesi di un malore o di un incidente domestico.