Il trionfo di Murray e Serena Williams, la malinconia degli ultimi lampi di classe di Roger Federer e Venus Williams. Ma anche le delusioni di Dominic Thiem, Nick Kyrgios e Sabine Muguruza, giovani troppo acerbi per la severa erba di Londra. Ci sono tanti motivi per ricordare Wimbledon 2016. I più belli, forse, la favola di Marc Willis e il ritorno di Juan Martin Del Potro.