Facebook intende introdurre nuove funzionalità volte a collegare le piccole imprese ai propri fan e clienti. Si punta alla vendita diretta sulle pagine aziendali. Vengono annunciate importanti novità per i gestori di pagine: si intende semplificare l’interazione tra utente e piattaforma, evitando click e rimbalzi di pagine, rendendo così possibile compiere una serie di azioni direttamente all’interno della piattaforma.

Il network intende aprire, infatti, due nuove sezioni per la vendita e l’offerta di servizi, permettendo così ai gestori di vendere i propri prodotti direttamente dalla propria pagina Facebook. Nella sezione Vendita sarà possibile per le aziende creare uno shop virtuale per i propri prodotti, come borse o gioielli. Similarmente, la sezione Servizi è pensate per quelle compagnie che offrono servizi professionali – come idraulici o parrucchieri – permettendo loro di entrare immediatamente in contatto col cliente.

Le nuove sezioni sono ancora in fase di test e sono attive per un gruppo limitato di imprenditori, ma Facebook promette di aprirle al pubblico nelle prossime settimane.
Inoltre, Facebook tenta già di rendere più immediata l’interazione tra pubblico e venditori – soprattutto da mobile – attraverso i nuovi bottoni di “invito all’azione“: “Chiama ora”, “Invia un messaggio” o “Contattaci”. Questi bottoni, cui si aggiunge quello “Donate” per le non profit, verranno ridisegnati per essere più visibili dall’utente. “Questo ripensamento deriva dalla nostra convinzione che – di qualsiasi business ci si occupi – ogni pagina Facebook possa diventare il luogo ove le persone trovino esattamente ciò che cercano, aiutando le aziende a comunicare con il proprio target, supportando il proprio business plan”, afferma il direttore operativo di Facebook, Sheryl Sandberg.

Accanto a queste novità, la promessa di continuare a implementare la propria tecnologia per promuovere nuove modalità di interazione tra azienda e clienti, come sta avvenendo attraverso l’assistente virtuale “M”. Malgrado la tecnologia sulle intelligenze artificiali sia per loro loro agli inizi, l’auspicio è quello di poter rendere M un soggetto in grado di compiere azioni per l’utente, come prendere appuntamenti o completare ordini online.
L’annuncio di tali cambiamenti è stato dato martedì ed è in sperimentazione da luglio scorso. Si attendono nuove dichiarazioni circa la messa in servizio delle funzionalità recentemente annunciate.