Non un comunicato ufficiale, né una nota di Buckingham Palace che nei giorni scorsi aveva ribadito la neutralità della monarchia sul voto in Scozia che chiede l’indipendenza dal Regno Unito, ma una riflessione: “Spero che la gente penserà con molta attenzione al futuro”. Frase pronunciata, secondo Times e Telegraph, dalla regina Elisabetta alla folla di fronte alla chiesa di Crathie Kirk, non lontano dalla tenuta reale di Balmoral in Scozia, dopo la consueta funzione domenicale a cui partecipa la sovrana. Un portavoce di Buckingham Palace non ha voluto commentare quanto attribuito alla sovrana affermando che si tratta di “conversazioni private“, ribadendo la posizione che la regina è convinta che spetta al popolo di Scozia decidere. 

Secondo quanto hanno riferito le persone alle quali Elisabetta si è rivolta, la regina avrebbe detto, “avete un voto importante giovedì”, prima di aggiungere, “spero che tutti riflettano con molta attenzione sul referendum di questa settimana”. Come fa notare ancora il Telegraph, solitamente Elisabetta non si ferma a parlare con le persone che la attendono dietro le transenne in occasione delle sue visite nella piccola chiesa nei pressi del castello di Balmoral, dove si trova in villeggiatura. Stavolta, perfino i cronisti che la attendevano sono stati invitati dalla scorta ad avvicinarsi alla chiesa. La regina è stata quindi fotografata mentre si rivolgeva al piccolo gruppo di sudditi scozzesi e inglesi che hanno poi riferito ai giornalisti le parole pronunciate dalla sovrana. 

Prima della regina a esprimersi, sempre indirettamente, era stato il principe Harry il primo a sbilanciarsi. Alla domanda sul luogo in cui si terranno il prossimo anno gli Invictus Games, i Giochi da lui patrocinati che hanno riunito a Londra 400 militari disabili da tredici Paesi, il quarto in linea di successione al trono ha risposto: “Mi piacerebbe tenerli in Gran Bretagna, e portarli a nord ad esempio a Glasgow, Sheffield o Manchester. Abbiamo creato un evento eccezionale, solo i britannici sono in grado di fare che abbiamo fatto in questi giorni”. E proprio il riferimento alla città scozzese insieme all’orgoglio delle qualità dei britannici, rappresentano, secondo molta stampa, un implicito endorsement del principe alla campagna ‘Better together’.