Amate, o comunque non escludete la presenza teorica nel mondo di creature mitologiche varie? Immaginate che nel profondo dei boschi pulsi una vita favolosa e prodigiosa, più vera del vero, più ufo degli ufo? Ai film d’animazione antropomorfi preferite di gran lunga i Puffi, e ai romanzi impegnati e storici, Il signore degli anelli? Credete che dentro le corolle dei fiori, sotto l’ombrello dei funghi, nelle viscere delle rocce ricoperte dal muschio, si agiti, lontano dall’indiscreto sguardo umano, tutto un subcontinente di elfi, folletti, fate, nani, troll?

Ed ecco allora l’appuntamento che fa per voi. Che siate adulti o adolescenti; scettici genitori ultraquarantenni che accompagnano entusiastici bambini, o scettici bambini che accompagnano entusiastici genitori ultraquarantenni giunti lì col pretesto della prole in fiamme. Parliamo della Festa Nazionale degli gnomi, che si svolge da giovedì a domenica in aperta montagna, a Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo, in Abruzzo. Musici, spettacoli di danza e teatro, laboratori, incontri, racconti e pranzi nel bosco; “seggiovie della favola sui sentieri dell’antica faggeta”, giochi pirotecnici e concerti provenzali; stand enogastronomici a tema, porte degli gnomi, canti e balli del “piccolo popolo”; alberi dei sogni e “grandi corse dei draghi irriverenti”; fate leggiadre, spiriti della notte, trampolieri e mercatini delle meraviglie; notti del fauno, orchi bizzarri, pupazzi giganti riviventi.

E al calar delle tenebre via agli show itineranti con lanterna: ma “attenzione al grande drago”. Il tutto nel cuore verde dell’Abruzzo. La Festa nazionale degli gnomi, giunta alla sua undicesima edizione, organizzata da Abruzzo Tu.Cu.R e dalla compagnia “I Guardiani dell’oca” insieme ai Comuni interessati, si terrà giovedì 17 luglio a Roccaraso, venerdì 18 luglio a Rivisondoli, sabato 19 e domenica 20 luglio a Pescocostanzo. Ogni giorno dalle 11.30 di mattina a tarda sera. Previsto pubblico da tutta Italia. Il viaggio magico parte giovedì mattina nel Centro storico di Roccaraso, con una Grande parata del Piccolo Popolo: “Elfi, Folletti, Gnomi, Fate, Nani e Troll accompagnano tutti alla Festa nel Bosco”.