Era oppresso dai debiti. Per questo un imprenditore edile di 53 anni di Modena si è ucciso impiccandosi. L’uomo ha scritto un messaggio ai familiari per spiegare i motivi del gesto. A più riprese avrebbe comunque manifestato le proprie difficoltà nel lavoro.

Il corpo è stato trovato da un parente nel solaio di casa, sede legale della sua azienda, nella zona del centro storico. Viveva insieme a moglie e due figli. E’ intervenuta la polizia, la salma è affidata alla medicina Legale.