Venerdì 22 marzo è previsto un sciopero dei trasporti pubblici, indetto da CGIL, CISL, UILtrasporti, UGLtrasporti, FAISA CISAL e FAST. L’agitazione, di 24 ore su tutto il territorio nazionale, fermerà bus tram e metro per l’intera giornata. Sono assicurate fasce di garanzia differenti nelle varie città.

Roma: garantita la fascia da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Nelle altre ore della giornata, a rischio le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Viterbo. Inoltre, nella notte tra giovedì 21 e venerdì 22, a rischio le corse delle linee notturne da N1 a N27.

Milano: servizio Atm garantito da inizio turno alle 8,45 e dalle 15 alle 18. Sospesa l’Area C per tutta la giornata. Il servizio di Trenord sarà garantito dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00 (qui l’elenco dei treni garantiti). Per il Malpensa Express saranno istituite corse bus sostitutive.

Torino: il servizio GTT sarà garantito nelle seguenti fasce orarie. Servizio urbano, suburbano e metropolitana dalle ore 6 alle 9 e dalle 12 alle 15. Autolinee extraurbane: da inizio servizio alle ore 8 e dalle 14.30 alle 17.30. Ferrovie Canavesana e Torino-Ceres: da inizio servizio alle ore 8 e dalle 14.30 alle 17.30. Servizio gestito da vettori privati: linee 46 navetta, 78, 79, 1 e 2 urbana di Chieri, collegamento San Camillo: da inizio servizio alle ore 8 e dalle 12 alle ore 15.

Bologna: leggi qui l’approfondimento per l’Emilia Romagna

Napoli: servizio garantito dalle 5:30 alle 8:30 (ultima partenza ore 08.00) e dalle 17 alle 20 (ultima partenza ore 19.30).

Palermo: servizio Amat garantito da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17.30 a fine servizio.