It’s the end of the world as we know it, cantavano Michael Stipe e compagni. E ormai, al 21 dicembre 2012, è questione di conto alla rovescia. C’è chi costruisce rifugi e fa scorte di cibo, chi ci scherza su, chi se lo augura sui social network, almeno dopo l’annuncio della ridiscesa in campo del Cavaliere. Ci sono i Doomsday Preppers americani che si preparano a far fronte a qualsiasi apocalisse. Che la profezia Maya segni la catastrofe o l’inizio di una nuova age of Aquarius, attorno alla fatidica data si sono scatenate le più strampalate fantasie. Ed è pure nato il progetto di Sara Montali, fotografa parmense, e della videomaker bolognese Katia Goldoni, che con W4 – Waiting for 2012 (www.waitingfor2012.org) hanno costruito un diario fotografico on line: una foto al giorno dal 21 dicembre 2011 al 21 dicembre 2012. Con l’idea di costruirci poi una mostra itinerante: sempre, ovviamente, che le profezie Maya non si avverino.

La supposta fine del mondo è il pretesto sul quale le due giovani artiste hanno costruito la loro personale riflessione sul tema dell’attesa: una fotografia al giorno che scandisce il tempo in chiave ironica e singolare, offrendo una lettura della realtà italiana attuale. Immagini private, frammenti di quotidianità rubati, sui tram e per le strade, in interni dal sapore kitsch o all’uscita dal metrò. Che, come diceva Italo Calvino ne Gli amori difficili “forse la vera fotografia totale è un mucchio di frammenti d’immagini private, sullo sfondo sgualcito delle stragi e delle incoronazioni”. Una celebrazione caleidoscopica della vita  nei suoi infinitesimi risvolti, insomma, in attesa che l’umanità  sia sommersa o salvata.

Tutte le immagini sono di Sara Montali, ma ogni due settimane alcuni artisti visivi contemporanei, selezionati dalla curatrice Valentina Rossi, sono stati chiamati a dare sul sito una propria interpretazione sul tema dell’attesa in una sorta di mostra virtuale. Sul sito sono presenti le opere di venticinque artisti a costruire questa singolare mostra virtuale: David Casini, Andrea Salvatori, T-Yong Chung, Riccardo Benassi, Luca Trevisani, Giorgio Guidi, Marco Raparelli, Margherita Moscardini, Federico Spadoni, goldiechiari, Adriano Nasuti-Wood, Ettore Favini, Dave Sinai, Marco Belfiore, Giovanni Ozzola, Simone Tosca, Davide Bertocchi, Cristian Bugatti, Eloise Ghioni, Cuoghi Corsello, Federico Maddalozzo, Sergio Breviario, Claudia Losi, Patrick Tuttofuoco, Alvise Bittente.

Nell’attesa di vedere che ne sarà di loro e di noi, anche se la più grave sciagura è quella che non capiti proprio nulla, costringendoci alla consueta corsa del 24 dicembre per gli estremi regali e per arraffare gli ultimi panettoni rimasti sugli scaffali.