Pronti via, neanche il tempo di aprire le urne e nell’America chiamata ad eleggere il suo nuovo presidente si diffonde il timore dei primi brogli. In un video girato con uno smartphone e postato poche ore fa su YouTube, un elettore della Pennsylvania mostra una scena inquietante: cliccando sul tasto della voting machine che dà il voto a Obama, la macchinetta elettronica assegna il voto a Romney. “Io e mia moglie siamo andati al seggio questa mattina presto, prima di andare al lavoro – scrive l’autore del post su YouTube – c’erano quattro anziane signore a vegliare sulle operazioni e tre apparecchi per votare del tutto simili ad una fiera della scienza per il loro aspetto ipertecnologico. Ho cliccato sul tasto “Obama”, ma si è accesa la luce che dava il voto a Romney (immediatamente sopra a quella di Obama, ndr). Così ho deselezionato Romney e cliccato nuovamente su Obama, questa volta con maggiore attenzione: anche in questo caso il voto è andato al repubblicano”. 

L’elettore non si dà per vinto. “Essendo uno sviluppatore di software – scrive ancora Centralpavoter, il nickname usato dall’elettore su YouTube – ho pensato che la macchinetta fosse calibrata male, così ho cliccato sul tasto di Jill Stein (sulla voting machine subito sotto quello di Obama, ndr) per dare il voto a Obama, ma il si è accesa correttamente la luce di Jill Stein. Ho cliccato tutti gli altri tasti: tutti facevano accendere la lucetta di Romney”. A quel punto l’uomo ha chiamato uno degli scrutatori: “La signora ha cliccato un po’ sulla macchinetta, quindi mi ha detto: ‘Non c’è nulla di cui preoccuparsi, andrà tutto bene’. Poi è tornata a quello che stava facendo. Così ho girato questo video”.

Un post da prendere con le molle, ma la notizia viene confermata da Msnbc: “Una voting machine nello stato della Pennsylvania – si legge sul sito dell’emittente televisiva – è stata disattivata dopo che un elettore ha postato su YouTube un video in cui mostrava come un voto dato a Obama veniva assegnato a Romney. Elettori repubblicani hanno fatto sapere che altre macchinette elettroniche hanno mutato voti per Romney in voti per Obama”.

Il video, che sta facendo il giro della rete, conferma i timori della vigilia: sul voto in atto in queste ore negli Stati Uniti pende l’incognita degli “errori” elettorali. Un timore alimentato dalle notizie circolate nelle scorse settimane sul conflitto di interessi che lega il candidato repubblicano alla ditta che fabbrica le macchinette conta-voti: attraverso il fondo di investimento H.I.G. Capital, Mitt Romney controlla Hart InterCivic, la società che produce le voting machine utilizzate in California, Colorado, Hawaii, Illinois, Indiana, Kentucky, Oregon, Texas Virginia e Washington. Ma anche in Pennsylvania, dove il video è stato girato.