Associazione a delinquere finalizzata all’abusiva attività finanziaria: è questo il capo d’imputazione per la truffa da quasi 200 milioni di euro compiuta nell’arco di 15 anni ai danni di un migliaio di risparmiatori della ‘Roma bene” da parte del consulente finanziario Gianfranco Lande, il cosiddetto Madoff dei Parioli.

Nei suoi confronti, il il pm Luca Tescaroli ha avanzato una richiesta di condanna di dodici anni e 8 mesi di reclusione e 24mila euro di multa. Gianfranco Lande è in carcere dal 24 marzo del 2011. Tra le pene accessorie, il pm ha sollecitato, oltre all’interdizione perpetua e legale dai pubblici uffici, anche la pubblicazione della sentenza di condanna sui quotidiani nazionali.  Il 30 maggio scorso l’operatore finanziario era stato condannato a 4 anni e 6 mesi, con rito abbreviato, in relazione alla bancarotta della socità Egp France.