Skip to content


Sei in: Il Fatto Quotidiano > Politica & Palazzo > “Combatte...

“Combattere la smisurata evasione fiscale”: il discorso di fine anno di Giorgio Napolitano

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

“L’Italia può e deve farcela, la nostra società deve uscirne più severa e più giusta, più dinamica, moralmente e civilmente più viva, più aperta, più coesa”. Così il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio di fine anno. Con un richiamo sulla necessaria equità: “Per procedere con equità si deve innanzitutto stare attenti a non incidere su già preoccupanti situazioni di povertà a cui sono esposti oggi strati più ampi di famiglie”. Perché si è arrivati a questa crisi? Napolitano trova una ragione nella crescita del debito. E attacca corruzione ed evasione: “A partire dagli anni Ottanta, la spesa pubblica è cresciuta in modo sempre più incontrollato e ormai insostenibile, creando una pericolosa ipoteca per le nuove generazioni. E c’è chi ne ha tratto e continua a trarne indebito profitto: a ciò si legano strettamente fenomeni di dilagante corruzione e parassitismo, di diffusa illegalità e anche di inquinamento criminale”. L’Italia deve “mettere nel mirino” quella che è una “grande patologia: una massiccia, distorsiva e ingiustificabile evasione fiscale. Bisogna impegnarsi a fondo per colpire corruzione ed evasione, sapendo che è un’opera di lunga lena”.

Poi il ringraziamento agli italiani per le celebrazioni del 150° dell’unità d’Italia. “E’ un grazie che devo a tanti italiani di ogni generazione per il calore con cui mi avete accolto ovunque mi sia recato. Ma il rischio è che si crei sfiducia. L’emergenza resta grave. I nostri buoni del tesoro restano sotto attacco dei mercati finanziari e il debito pubblico ci costa tassi di interesse pericolosamente alti”.

Un passaggio anche sulla politica interna e sul delicato momento che ha portato alla nascita del governo Monti. “E’ importante ora che l’Italia possa contare su una fase di stabilità e di serenità politica. Ciò non toglie che ogni partito mantenga la sua fisionomia e si caratterizzi in Parlamento con le sue proposte rispetto all’azione che l’Esecutivo deve portare avanti.Non c’e’ futuro per l’Italia senza rigenerazione della politica e della fiducia nella politica”. Poi l’invito ai cittadini a guardare “senza pregiudizi alla prova che le forze politiche daranno in questo periodo della loro capacità di rinnovarsi” e di prospettare soluzioni per risolvere i problemi del paese.


Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo thread. Ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7 e che il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500. E' necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic. Per alcuni giorni, a causa di ragioni tecniche, tutti commenti andranno in pre moderazione. Inoltre, chi posterà più volte lo stesso commento (anche se con parole diverse) verrà segnalato. Ti avvisiamo che verranno pubblicati solo i commenti provenienti da utenti registrati. La Redazione