Sesso in cambio di voti. La procura di Catania ha chiuso le indagini sul professore Elio Rossitto, ex Pci, ex esperto del governatore siciliano Rino Nicolosi e poi di Raffaele Lombardo. L’accusa è di falso, concussione e tentata violenza sessuale. Il caso era già stato sollevato da un servizio televisivo delle Iene.

Al vaglio della Procura ci sono quattro testimonianze. Su tutte una studentessa coraggiosa divenuta un mito su facebook e all’interno della facoltà di Scienze Politiche di Catania. Si chiama Dominique e nel 2009 ha deciso di ribellarsi contattando le “Iene”. Il metodo, che sarebbe stato utilizzato dal Prof. Elio Rossitto, consisteva nell’utilizzare la propria posizione di rilievo (“è uno importante -raccontano alcuni testimoni- è un pezzo grosso, intoccabile”), per eseguire esami universitari in modo “approfondito”. Una condizione che Dominique, ventenne, ha sperimentato in prima persona con una telecamera nascosta, realizzando un filmato andato in onda nel mese di novembre del 2009 su Italia1.

Rossitto nel 2009 aveva 66 anni, un’auto di lusso, e molta disinvoltura con le studentesse, anche con Dominique. “Vorrei aiutarti anche per il dopo”, dice il professore alla studentessa che lavorava come cameriera per mantenersi all’università, “qui dove siamo?”, risponde la studentessa. “E’ il mio albergo”. Secca la risposta di Dominique: “Ok, l’aspetto in macchina”.

Poi Rossitto invita la studentessa a seguirlo nella stanza, la telecamera nascosta registra: “Metti qui ora il libretto, poi te lo scriviamo tutto”. Da quel momento in poi il professore tenta in ogni modo di convincere Dominique a fare sesso, parla di “un’assoluta mini-avventura…consiste in quello che vuoi…scriviti il voto e io metto la firma…se lo avessi previsto sarebbe stato diverso, meno intrigante…dai, è una cosa così…come dire…non ti porre neanche i problemi…sono psicologici come è giusto che sia…ma non stare a fare una cosa così complessa…no?”. “Per lei -risponde Dominique- è complessa, per me…non è normale trovarsi in questa stanza…”.

Rossitto continua senza inibizioni: “Dammi un bacio…E allora no, se ti viene così difficile anche dare un bacio fermati! Fermati, se ti viene così difficile fermati!…Io faccio l’angelo tentatore o il diavolo tentatore come è normale che sia”.

A Dominique, l’esame in cambio di sesso farebbe recuperare un anno, concedersi significherebbe fare un passo avanti. Il luminare economista non demorde, le telecamere continuano a registrare, Dominique intuisce che il professore vuole ripiegare sul “sesso orale”, “sesso… -dice Rossitto- sesso…orale, carino!…nel senso che lo voglio fare con te”. “Si però io non mi sento pronta neanche per il sesso orale…quindi andiamo via”. Secca la risposta del rampante sessantaseienne: “A riceverlo non credo che sia un gran problema…questo è un “una tantum” divertente, niente di più…”.

Dopo questa vicenda Elio Rossitto è andato in pensione, l’Università non ha fatto in tempo a decidere la sua espulsione. E adesso, dopo la notifica della conclusione delle indagini, Rossitto ha venti giorni di tempo per presentare memorie o chiedere di essere interrogato. Il suo legale Avv. Angelo Pennisi sostiene che il professore sarebbe stato vittima di “false accuse”.