A Cervia si naviga in mare e sul web, grazie alla più vasta copertura wi-fi mai realizzata in una zona balneare italiana. Dal 20 giungo, oltre 650 mila turisti avranno a disposizione nove chilometri di spiaggia per accedere gratuitamente a internet.

Il servizio fa parte di “Galileo”, un progetto nato dalla collaborazione tra la Cooperativa Bagnini Cervia, Acantho (una società del Gruppo Hera) e il Comune. Nei 212 stabilimenti di Cervia, di Milano Marittima, Tagliata e Pinarella si potrà controllare la mail, consultare i giornali online o chattare direttamente sotto l’ombrellone. Insomma, un vero salto di qualità al passo coi tempi per la località romagnola, dove anche quest’anno sono attesi migliaia di turisti.

“Le esigenze sono cambiate – ha commentato Roberto Vancini, direttore generale Acantho – la necessità di poter accedere alla rete è diventata irrinunciabile. Questo è il pensiero ci ha spinto a formulare il progetto, che ha molte altre applicazioni tra cui, ad esempio, garantire la sicurezza in mare, visto che la copertura si estende per qualche miglio fuori costa”.

Senza dubbio le nuove infrastrutture, oltre a modernizzare, aiuteranno ad aumentare il volume d’affari di una delle città più importanti della Romagna del turismo. “La fibra ottica in spiaggia – spiega il sindaco di Cervia Roberto Zoffoli – è un elemento importante per lo sviluppo dell’economia”. L’infrastruttura ha richiesto investimenti che il Comune avrebbe fatto fatica ad affrontare senza la partecipazione dei privati. “Ciò che rende unico a livello nazionale questo progetto – continua Zoffoli – è la forte collaborazione instaurata fra pubblico e privato, in nome della riqualificazione dell’offerta turistica locale”.

A garantire la copertura di rete a Cervia sarà una cinquantina di hot spot, ossia delle apparecchiature radio collegate alla rete a fibra ottica posata nei mesi scorsi da Acantho. La banda prevista è di 100 Mb/s. Per quest’anno gli stabilimenti balneari di Milano Marittima invece saranno collegati attraverso una trentina di hot spot installati e un ponte radio ad alta capacità. Ma dall’autunno partiranno i lavori per la posa dei cavi in fibra ottica, in modo che dal 2012 i turisti di Milano Marittima possano viaggiare alla stessa velocità di quelli di Cervia.

Con il sistema Galileo ad ogni utente sarà assegnato un codice d’accesso. Una volta acceso il dispositivo (pc, tablet o smartphone) basterà selezionare la connessione Galileo, che apparirà automaticamente fra quelle disponibili, per poi iniziare a navigare.