/ di

Antonio Roccuzzo Antonio Roccuzzo

Antonio Roccuzzo

Giornalista

Sono nato nel 1958 a Catania, nel giorno della presa della Bastiglia, momento decisivo della rivoluzione francese; sono sposato con una giornalista tedesca e ho tre figli.

Vivo da 25 anni a Roma (con una parentesi di quattro anni a Reggio Emilia). Ho iniziato a fare Il giornalista nel 1980 ed ho avuto la fortuna di imparare Il mestiere di cronista da Giuseppe Fava.

Ho lavorato in giornali scritti, quotidiani e periodici, Radio, tv. Ho cambiato – caso raro nella mia generazione – dieci volte luogo di lavoro.

Oggi sono caporedattore del Tg La7.

Blog di Antonio Roccuzzo

Media & Regime - 8 Aprile 2016

Riina jr a Porta a Porta: quell’intervista non è giornalismo, è propaganda

L’intervista di Bruno Vespa a Salvo Riina non è giornalismo. Non userò aggettivi in questo post. Lo spettacolo in onda la sera del 6 aprile 2016 nel salotto di Porta a Porta, è propaganda (per il libro dell’erede del boss di Cosa Nostra). Chi l’ha vista su Raiuno, servizio pubblico, ore 23.35 e fortunatamente ben […]
Mafie - 10 Febbraio 2016

Maxiprocesso a Cosa nostra: la mafia uccideva non solo d’estate

Trenta anni, ma sembra un secolo fa. Era un lunedì e c’era vento di tramontana, fuori dall’aula bunker dell’Ucciardone. Tutti in fila nel freddo per arrivare ai controlli di sicurezza ed entrare. Lunga fila e pioggerella. Tremila cronisti, centinaia di avvocati. Io avevo l’accredito per fare cronache per “Radio Popolare” di Milano e “il manifesto” […]
Mafie - 23 Dicembre 2015

Elena Fava non c’è più ma sorride ancora e ci invita a non perdere la ‘memoria’

Elena Fava era una donna forte e sorridente e ora è morta, ma sorride ancora. Lei non sorrideva a tutti perché il sorriso e la felicità sono cose, come fiducia e stima e risentimento, che bisogna saper concedere e tocca sempre verificare che chi li ottiene ne resti degno. Questo pensava Elena . Era una […]
Giustizia & Impunità - 18 Dicembre 2015

Francesco Viviano condannato, è tempo di riflettere sul nostro livello di democrazia

Un cronista non ruba, né ricetta, né commette peculato, né si appropria illecitamente di nulla, se fa il suo mestiere correttamente e lo fa nell’interesse generale dando all’opinione pubblica notizie di rilevanza sociale. Quando, come accade ora nel caso di Francesco Viviano di Repubblica, un giornalista viene condannato per una di queste ragioni da un tribunale […]
Società - 26 Novembre 2015

Parigi, la Marsigliese è un inno alla guerra. Possiamo usarlo come ‘canto della libertà’?

Le strofe della Marsigliese sono le più cantate delle ultime settimane nel mondo. Risuonano dovunque. Sono diventate – di fatto – l’inno d’Europa facendo dimenticare l’Inno alla Gioia. Ma non è un canto di pace, è un inno alla battaglia. Dunque, ci possiamo riconoscere nelle sue parole, oltre che – certamente – nella sua melodia? […]
Mafie - 24 Agosto 2015

Casamonica, un suggerimento a chi nega l’evidenza del messaggio mafioso

Il comitato per l’ordine pubblico di Roma ha partorito il topolino, sul caso Casamonica. “Roma come Palermo”, si dirà e titoleranno i giornali. Ma siccome non c’è responsabilità istituzionale per quanto accaduto, e visto che a Roma da ora saranno applicate le norme sul coordinamento antimafia che vigono a Palermo, allora continuiamo a farci del […]
Diritti - 19 Agosto 2015

Migranti, impariamo dai tedeschi

Il primo che parla male dei tedeschi, in materia di immigrazione, deve andare proprio a quel paese. Cioè deve leggere le cifre di quel paese, intanto: alla fine del 2015, il governo federale di Berlino avrà ricevuto 750mila richieste di asilo. E va bene che i tedeschi sono più ricchi e si sono comprati quasi […]
Mafie - 13 Giugno 2015

Mafia a Brescello? La vittoria giudiziaria di Donato Ungaro che lo scrisse 14 anni fa

A volte succede che giustizia, alla fine, sia fatta. La Cassazione ha dato ragione, in via definitiva, a Donato Ungaro, giornalista, ex vigile urbano, autista – per necessità e bisogno – di bus municipali a Bologna. La sua storia di cronista minacciato e 14 anni fa licenziato in tronco dal comune di Brescello perché metteva […]
Cronaca - 13 Maggio 2015

Sicilia: crolla il viadotto sulla A19 e, voilà, spunta il treno ‘super-veloce’

La storia e il paradosso si ripetono. Ci vogliono disgrazie per rendere veloci le “pratiche” della burocrazia e fare i “miracoli”. Ma non a spiegare le cose. In Sicilia, questa regola – che chiamerei “paradosso della disgrazia” – è sfacciata: da disgrazia a paradosso e ritorno, in pochi giorni. Del crollo del viadotto Himera sulla […]
Mafie - 9 Maggio 2015

Strage di Capaci, il ricordo di quel 23 maggio non solo in Sicilia

I riti cambiano. Si rinnovano, per continuare a parlare alla testa e al cuore di chi ci crede. Anche quelli più laici, civili e consolidati. Accadrà nel caso del 23 maggio 2015, il giorno della memoria della strage di Capaci. Da quest’anno, le navi della legalità resteranno in rada e il rito viaggerà su terra […]
Riina jr, librerie rifiutano il testo. Ma la prima edizione è già esaurita. L’editore: “Lo presenteremo a Palermo”
Gruppo Sole 24 Ore, il nuovo numero uno di Confindustria Boccia silura Benedini e Treu. La presidenza a Squinzi

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×