/ di

Antonio Roccuzzo Antonio Roccuzzo

Antonio Roccuzzo

Giornalista

Sono nato nel 1958 a Catania, nel giorno della presa della Bastiglia, momento decisivo della rivoluzione francese; sono sposato con una giornalista tedesca e ho tre figli.

Vivo da 25 anni a Roma (con una parentesi di quattro anni a Reggio Emilia). Ho iniziato a fare Il giornalista nel 1980 ed ho avuto la fortuna di imparare Il mestiere di cronista da Giuseppe Fava.

Ho lavorato in giornali scritti, quotidiani e periodici, Radio, tv. Ho cambiato – caso raro nella mia generazione – dieci volte luogo di lavoro.

Oggi sono caporedattore del Tg La7.

Blog di Antonio Roccuzzo

Giustizia & Impunità - 12 Marzo 2015

Processo Ruby: Berlusconi, i ‘peccati’ e la vergogna

L’avvocato Coppi è un grande avvocato e ha ragione: “Un peccato non è un reato”. Infatti, qui più che di “burlesque” parliamo di storie “grotesque” (e scusate il francesismo). Andare a prostitute o riceverle in casa propria – come nel caso accertato di Silvio Berlusconi – non è reato punito dal codice penale. E poi […]
Media & Regime - 4 Marzo 2015

Crozza, l’effetto sulla politica. Involontariamente comico e viscerale, profondo

Maurizio Crozza Il comico e il politico si inseguono. Crozza fagocita le sue maschere. Conosciamo già il paradosso che il politico – o presunto tale – imita il suo imitatore perché l’originale “funziona” meno bene della macchietta. E’ il caso Razzi. Non ridere di se stessi, che sarebbe un esercizio di intelligenza cioè di sottile autoironia, ma […]
Cronaca - 15 Febbraio 2015

Malasanità a Catania, la vera risposta di cui hanno bisogno i cittadini

Una bimba appena nata a Catania muore in ambulanza, mentre il 118 corre verso Ragusa. Cosa grave, gravissima. E’ cosa giustissima che si parli di responsabilità politiche. Gli ospedali a sud di Napoli sono quel che sono (ma talvolta anche a nord). Io sono nato a Catania (in una clinica privata!) e da cronista conosco […]
Media & Regime - 13 Febbraio 2015

Libertà di stampa, la storia di Donato Ungaro e dei cronisti senza nome

Italia al 73esimo posto nel mondo per libertà di stampa. Lo dice la fredda statistica di Reporter sans frontieres. Italia dietro Moldavia e Ungheria. Del resto, qui, non in Ungheria o in Moldavia o Eritrea, tra il 1960 e il 1991 hanno ucciso nove giornalisti che si occupavano di mafia. Qui l’osservatorio “Ossigeno per l’informazione” continua […]
Mafie - 10 Febbraio 2015

Sergio Mattarella, l’omicidio di Piersanti e il diario di Chinnici

L’arrivo di Sergio Mattarella al Quirinale ha riaperto, soprattutto sui giornali, utili varchi di memoria su  storie mafiose e antimafiose antiche. E semisconosciute ai più ragazzi. Roba di 30 o 40 anni fa nella Sicilia della terribile stagione delle prime stragi che allora definivamo “eccellenti”. Vicende spesso ancora senza una verità giudiziaria compiuta e storicamente […]
Mafie - 4 Febbraio 2015

Pif: un selfie antimafia li seppellirà?

Antimafia da selfie? Sì. E poi, in fondo, perché no, se il fine giustifica il mezzo? Postando su Twitter il suo video alla lapide di via Libertà che a Palermo ricorda l’uccisione di Piersanti Mattarella, nel giorno dell’elezione al Quirinale del fratello Sergio, forse quel tardo-post-sessantottino di Pif (al secolo Pierfrancesco Diliberto) avrà ricordato la vecchia […]
Mafie - 29 Gennaio 2015

Ndrangheta al Nord: cosa ho visto a Reggio Emilia con ‘occhi terroni’

La mafia calabrese con radici sulle rive del Po. Dicono questo le 1.295 pagine di fredda ordinanza della procura distrettuale antimafia di Bologna che ha provocato il blitz del 28 gennaio. La mafia nel Nord eccola qui, nel cuore civile del Paese, nuda e cruda. La caduta di un mito che, per contrasto, risuona ancora […]
Media & Regime - 8 Gennaio 2015

Charlie Hebdo, non vedevo armi in redazione dagli anni 80. Eravamo a Catania con Pippo Fava

No, non “siano tutti Charlie”. Davanti al sangue in redazione, mi riemerge dentro l’istinto di chi la “guerra” l’ha vista da vicino. Ieri non ero a Parigi ma a Roma. Il suono che non dimentico e che ho sentito alcuni decenni fa non era quello di un kalashnikov ma quello più banale di una 7.65. […]
Mafie - 9 Dicembre 2014

Mafia capitale, cioè la ‘Grande Bruttezza’ romana

La “Grande Bruttezza” eccola qui, nell’inchiesta sulla “mafia capitale” della Procura di Roma. La storia è l’esatto rovesciamento del film, bello e visionario, diretto dal regista Sorrentino. E vive nella realtà: il riflusso maleodorante di uno scarico fognario mai ben ripulito ma che inquina il presente italiano e di Roma, in questo caso. Al ritmo […]
Cronaca - 6 Dicembre 2014

Mafia Capitale: in Germania sono persone, in Italia si specula sulle origini degli immigrati

La (fascio)mafia è ufficialmente approdata a Roma. Dunque, parliamo d’altro (o forse no). Germania, Europa. Tugce Albayrak, (23 anni), cittadina tedesca, è morta così: il 15 novembre, a Offenbach (Assia), aveva difeso due ragazzine minorenni (dopo questi fatti sparite nel nulla) dall’aggressione di un branco di bulli nel bagno di un noto fast food. “Non […]
Processo Ruby, Sabelli (Anm): “Un errore invocare la responsabilità civile”
Strage Piazza della Loggia, perquisizioni del Ros per cercare foto e documenti

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×