Selvaggia Lucarelli torna sui social per sfogarsi riguardo ciò che è accaduto sabato 26 novembre a Ballando con le Stelle. Al termine dell’esibizione di Iva Zanicchi, la giornalista si è sentita paragonare dal collega Guillermo Mariotto ad “una scimmia che getta escrementi contro tutti. Il motivo? Aver espresso un parere negativo nei confronti dell’Aquila di Ligonchio, dandole della “squallida”. Tutto è iniziato sabato sera, quando Mariotto ha paragonato Lucarelli ad una scimmia per mettere la parola “fine” a quelli che lui definisce “inutili attacchi gratuiti”. Ma la giornalista non ci sta e, qualche ora dopo la diretta, ha voluto ripercorrere in un post su Instagram i fatti più gravi avvenuti in questa edizione del dance show di Rai 1, puntando il dito parecchie volte verso Iva e replicando all’attacco del collega giudice. La cantante infatti nelle scorse puntate si era lasciata sfuggire sottovoce l’epiteto “tr**a” nei confronti dell’opinionista. Non solo: sempre nella puntata di sabato Zanicchi si è difesa dalle critiche motivando la sua presenza in trasmissione per fare spettacolo nonostante arrivasse da giorni particolarmente difficili a causa dell’anniversario della morte di una persona a lei molto cara.

Un preciso e sottile riferimento dunque a quello che in trasmissione e sui social ha vissuto Lucarelli con la scomparsa della madre. Queste le parole affidate ai social domenica 27 novembre dalla giudice: “Quello che è successo ieri è affascinante. Non è neppure cronaca, è illusionismo. Il mondo sottosopra. C’è una concorrente, Iva Zanicchi, che balla per modo di dire e che racconta barzellette tra c**zi e maiale da settimane. È show, dicono quelli che dovrebbero giudicare il ballo. Ok, aspettiamo di vedere un futuro concorrente di “La sai l’ultima” gareggiare con un tango”, sbotta Selvaggia. E continua: “Nel frattempo le scappano due “tr**a” rivolti verso una giurata. La giurata incassa obtorto collo, del resto è un Paese in cui se dici tro*a a una donna va bene fino alla prossima panchina rossa. La giurata accetta le scuse, e si va avanti. Nessuno tra i colleghi giurati dirà mai mezza parola, neppure quel paladino lgbt alla faccia della solidarietà nella discriminazione, viene riaccolta con le fanfare. Anzi, la presidente di giuria la giustifica, ‘in Veneto è un intercalare’, dice. La concorrente è emiliana. Va quindi avanti con balli improbabili e barzellette sporche che forse per un po’ divertono, poi immalinconiscono”.

Ecco quindi il riferimento alla morte della madre: “La giurata ha avuto una settimana complessa. Fatto sta che ieri la concorrente racconta l’ennesima barzelletta sporca tra capp**e e organo del prete. La giurata dice che forse Iva poteva alternare tutto questo con corde più serie, perché così diventa squallida. Nel senso proprio di ciò che è avvilente. Si va in pubblicità. Mariotto va a fumare. Rientra e a freddo urla : “Come ti permetti di dare della squallida a questa signoraaaa che nonostante i suoi problemi sta qui a sorridere (lei eh, non io), sei una scimmia che lancia escrementi ovunque!”, prosegue ancora Lucarelli. Ecco arrivare la stoccata finale: “E qui i piedi sono al posto della testa, tutto capovolto. Iva Zanicchi difesa dal mio terribile “squallida” e “lei che NONOSTANTE IL MOMENTO DIFFICILE È LÌ”. LEI. Silenzio dei più, “giusto!”, da altri lì seduti. Per un attimo mi sento Soumahoro, penso “Lorenzo CA**O CANCELLA SUBITO QUELLE SCARPE VALENTINO DA INSTAGRAM”. Nessuno che provi a far notare che la realtà non è una clessidra, se la giri NON è uguale, è al contrario. Io nel frattempo vedo un sacco di piedi. Teste per aria. Anche tante persone a casa, per fortuna, vedono la stessa cosa. E un po’ mi viene da ridere. Sembra una barzelletta. Meglio di quelle di Iva però“.

Articolo Successivo

Verissimo, Samantha De Grenet racconta la lotta contro il cancro: “Mi sono nascosta dai miei genitori perché non volevo farli soffrire”

next