Reduce dall’esperienza televisiva di Tale e Quale Show, Rosalinda Cannavò ha deciso di pubblicare gli screenshot con tutti gli insulti che riceve quotidianamente. Commenti pubblici e messaggi privati: attacchi gratuiti e personali. Cannavò ha deciso di mettere un punto con delle stories accompagnate dalla descrizione: “Buonasera con consigli non richiesti”. I famosi “tuttologi del web” che invocava Francesco Gabbani in “Occidentalis Karma” sembrano essersi dati appuntamento tutti sul suo profilo: “Ora che hai finito Tale e Quale sarà anche ora che tu prenda la laurea” – le scrive un utente. Le fa eco un altro: “Tutte le donne a Tale e Quale show erano con capelli sciolti, lisci e ricci mentre tu sempre tirati come un maschio. Per non parlare delle scarpe e tacchi e tu con gli scarponi da montagna: come mai?”.

A far più male però sono gli attacchi relativi al bodyshaming, come se il peso fosse più importante del talento in una gara canora. “Più dieta durante la settimana se ti devi vestire di bianco”, le scrive un hater. E ancora: “Non vestirti di fucsia, ti fa grassa in tv con quei tacchi, sembri una che va a b*ttere”. È a questo punto che la controreplica da parte di Rosalinda non è tardata ad arrivare: “Ma quanto mi fate ridere con il vostro pseudo bullismo. Ho riso molto quindi grazie davvero. Prima però voglio dire una cosa a chi scrive certe cose. Secondo me, mio modestissimo parere, non avrete molto dalla vita proprio perché volete continuare a scrivere quella degli altri. Per fortuna e grazie a tanto impegno sono una ragazza che si sta togliendo tante soddisfazioni. Adesso lo do io un consiglio a voi: fate lo stesso, vivete la vostra vita”. Nelle ultime settimane Cannavò ha pubblicato il suo primo romanzo dal titolo “Il riflesso di me”, che tratta un altro tema delicato nella vita dell’attrice: i disturbi alimentari. Anche in questo caso le critiche gratuite si sono sprecate e Rosalinda ha voluto dire la sua: “È sminuente che il mio libro, il cui tema principale sono i DCA sia ridotto alla parentesi dedicata al mio ragazzo. Oppure criticato perché Gabriele Parpiglia mi ha creduto e ascoltato la mia storia, aiutandomi a realizzare questo progetto”.

Articolo Precedente

Noemi Bocchi, è sparito il cane regalato a Cristian Totti. Che fine ha fatto?

next
Articolo Successivo

Cristiano Ronaldo apre a Milano il suo primo centro per il trapianto dei capelli: ecco quanto costa l’intervento e chi sono i clienti vip

next