Hilaree Nelson è morta. Alpinista e sciatrice tra le più note, era il maggio 2012 quando scalò l’Everest in 24 ore. Famose e bellissime le sua discese estreme: insieme al marito Jim Morrison è scesa, sci ai piedi, da quella che viene chiamata Dream Line, ovvero dalla cima della quarta vetta più alta del mondo: 2.133 metri, dalla cima del Lhotse (8.516 m) al Campo 2. Era il maggio del 2020.

Nelson, 49 anni, si trovava con il marito Jim Morrison, compagno di vita e di montagna, sul Manaslu (8.163 metri), in Nepal. La coppia aveva raggiunto la vetta lunedì 26 settembre. Ore 11 del mattino. Da lì, l’idea di scendere con gli sci. Morrison è partito per primo: secondo l’agenzia che ha organizzato la spedizione della coppia, la Shangri-La Nepal Trek, Nelson ha perso subito uno sci. La caduta sarebbe stata inevitabile. Si leggono su Mountainblog.it le dichiarazioni del responsabile dell’agenzia: “Il corpo è stato portato al campo base. Dopo aver completato le procedure legali necessarie, sarà trasportato in aereo a Kathmandu”. Nelson aveva 49 anni e due figli.

Articolo Precedente

Francesco Facchinetti sbotta contro i vip “di sinistra”: “Il Pd è un partito inutile, la Meloni ha vinto per colpa sua. Smettetela di scriver stron***e”

next
Articolo Successivo

Alec Baldwin, l’attore rischia di essere incriminato per l’incidente mortale sul set di ‘Rust’

next