Polemica concitata a “Piazzapulita” (La7) tra l’ex deputata di Forza Italia, Nunzia De Girolamo, e il leader del M5s, Giuseppe Conte, sul voto di Fratelli d’Italia e della Lega contro un rapporto del Parlamento europeo che definisce l’Ungheria “autocrazia elettorale” e una “minaccia sistemica” ai valori fondanti dell’Ue.
De Girolamo, che poco prima ha difeso Giorgia Meloni, obietta a Conte: “Lei sta usando in maniera molto abile il voto di Orban per spaventare gli elettori”.
Conte replica: “Chiedo a lei che sta difendendo questa posizione: quella dettagliata relazione certifica che in Ungheria il potere giudiziario dipende da quello esecutivo e che c’è il bavaglio alla libera stampa. E dice che le donne che vogliono interrompere la gravidanza devono prima ascoltare il battito del cuore del feto. Lei come si schiera su questo?”.

“Presidente, io sono lontanissima da Orban – risponde De Girolamo – e non avrei mai votato contro quella risoluzione”.
“E allora come giustifica il voto di Meloni e di Salvini?”, incalza Conte.
“Non faccio l’avvocato del popolo – replica l’ex ministra – né di Salvini, né di Meloni. Perché, però, non è spaventato anche da uno come Fratoianni?”.
“Che ha fatto Fratoianni?”, chiede allibito Conte.
“Ha votato in Parlamento contro la Nato”, risponde De Girolamo, facendo confusione sia sul ruolo di Conte (“Lei c’era quella volta”), sia sul voto, visto che Fratoianni non ha mai votato contro l’uscita dell’Italia dalla Nato. L’ex ministra, infatti, si riferisce al voto dello scorso 2 agosto, quando Fratoianni votò contro l’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato.


“Io ho una posizione diversa – risponde Conte – Siamo in piena collocazione euro-atlantica. Ma poi cosa c’entra quello che lei dice con la deriva di Orban? Io sono contrario all’uscita dalla Nato, ma secondo lei è antidemocratico non voler restarci?”.
“Mi spaventerei per quella posizione”, replica l’ex parlamentare.
“Ma stiamo parlando dei fondamenti della democrazia”, chiosa Conte.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Calenda: “Renzi mi farà fuori? Tutte idiozie, ma non siamo amici. Faremo Draghi Bis con Pd, Lega senza Salvini e Forza Italia che assorbiremo noi”

next
Articolo Successivo

De Luca: “Meloni sui manifesti è Monroe, al naturale è sora Cecioni. È una destra di squinternati, un mix di ciucciaggine e arroganza”

next