“Un James Bond donna? Non ce n’è bisogno”. Ad affermarlo in maniera categorica è stata Ana de Armas, l’attrice cubana che deve la sua popolarità globale proprio alla partecipazione a No Time To Die, l’ultimo capitolo della saga di 007 in cui interpretava la misteriosa e affascinante Paloma. Del prossimo agente segreto più famoso del cinema si discute ormai da tempo e tra le possibili ipotesi su chi prenderà il posto di Daniel Craig, si parla molto della possibilità di un clamoroso colpo di scena con una svolta al femminile del personaggio inventato da Ian Fleming. Una decisione che però non convince né lo 007 uscente, né la produttrice Barbara Broccoli e neppure la de Armas.

Il no di Ana de Armas ad un James Bond donna

“Non dovrebbe esserci il bisogno di rubare il personaggio di qualcun altro per prendere il sopravvento“, ha dichiarato al The Sun Ana de Armas, protagonista con Ryan Gosling e Chris Evan nel film action di Netflix The Grey Man, già etichettato da molti come il film più costoso realizzato dal gigante dello streaming. Secondo l’attrice la strada da percorrere per arrivare alla “parità di genere” anche al cinema è un’altra: “Vorrei che i ruoli femminili, anche se Bond continuerà a rimanere un uomo, fossero messi in scena diversamente, con parti e riconoscimenti più sostanziali: questo è più interessante del capovolgere le cose”.

L’attrice cubana sarà Marilyn nel biopic choc

Insomma, Ana de Armas si è allineata a quanto già affermato nei mesi scorsi da Daniel Craig che, interpellato sul futuro al femminile di Bond è stato chiaro: “Perché una donna dovrebbe interpretare James Bond quando potrebbe esserci una parte altrettanto buona?”. Per la verità tutte queste discussioni rischiano di essere solo ipotesi di scuola, visto che la produttrice della saga, Barbara Broccoli, ha sgombrato il campo da ogni indiscrezione: “È un personaggio maschile. È stato scritto come un maschio e penso che probabilmente rimarrà tale”. Archiviato 007, Ana de Armas si prepara intanto ad un ruolo che potrebbe svoltarle per sempre la carriera: dopo lunghe e complicate audizioni, l’attrice è stata scelta per interpretare Marilyn Monroe nel biopic diretto dal regista Andrew Dominik. Sempre il The Sun ha anticipato che il film sull’iconica diva spiazzerà il pubblico: “Scioccherà sicuramente molti spettatori di Netflix, poiché conterrà una scena di stupro”.

Articolo Precedente

Bruce Willis twerka con la figlia a pochi mesi dalla diagnosi di afasia. Il video

next