Oltre a una tassa straordinaria sulle banche per aiutare famiglie e imprese più colpite dalla crisi, il governo di Pedro Sánchez annuncia rimborsi del 100% degli importi di abbonamenti ai trasporti ferroviari locali gestiti dallo Stato (tragitti di “media distanza” e treni locali nelle principali aree urbane del Paese), che saranno validi dal 1 settembre al 31 dicembre.

L’idea del governo, è quindi, rendere “equa” la suddivisione degli oneri sulla società derivanti dall’impatto economico della guerra in Ucraina, che sta comportando, anche per i costi crescenti delle materie prime energetiche, ripercussioni generalizzate sul costo della vita dei cittadini. Il premier ha anche annunciato, sempre per il periodo settembre-dicembre 2022, un bonus da 100 euro mensili per studenti over 16 che già usufruiscono di aiuti allo studio, quindi considerati tra i più sfavoriti in quanto appartenenti a famiglie di bassi redditi.

Le misure annunciate oggi si sommeranno a quelle già varate tra marzo e giugno scorsi, con validità fino al 31 dicembre: tra queste, ci sono uno sconto da 20 centesimi di euro al litro per i carburanti, il dimezzamento dal 10% al 5% dell’Iva sull’elettricità e un bonus da 200 euro per famiglie con bassi redditi.

Articolo Precedente

Ue, la Croazia diventa il ventesimo Paese ad aderire all’euro. Gentiloni: “I progressi fatti da Zagabria sono stati straordinari”

next
Articolo Successivo

Gb, sono 8 i pretendenti alla successione di Johnson. Domani ulteriore scrematura

next