È morto all’età di 82 anni Gianni Di Marzio, ex allenatore di Catanzaro e Napoli, che fu il primo a scoprire il talento di Diego Armando Maradona. A dare l’annuncio il figlio Gianluca, giornalista esperto di calciomercato, che scrive su Twitter: “E adesso potrai finalmente allenarlo il tuo caro amato Diego: sei stato un grande papà, mi hai insegnato tutto e non sarò l’unico a non dimenticarti mai”.

Di Marzio vide per primo un giovanissimo Maradona in Argentina, segnalandolo al Napoli. Ci vollero alcuni anni prima che El Pibe de Oro arrivasse a vestire la maglia azzurra, ma quella scoperta ha contribuito a scrivere la storia del calcio. Come allenatore, ha guidato diverse squadre tra cui il Catanzaro, con cui arrivò in Serie A, e appunto il Napoli, allenato tra il 1977 al 1979, ottenendo il quinto posto in classifica, piazzamento Uefa, e perdendo una finale di Coppa Italia a Roma contro l’Inter.

Di Marzio allenò anche diverse squadre nelle serie minori, affiancando la sua attività a quella di giornalista e commentatore. Lavorò anche come manager di diverse società calcistiche, a partire dal Venezia di Maurizio Zamparini con cui conquistò la Serie A. È stato poi responsabile dell’area estera della Juventus dal 2001 al 2006. Attento e profondo conoscitore del calcio, per anni è stato osservatore e scopritore di talenti, compreso un giovanissimo Cristiano Ronaldo. In un tweet la squadra del Napoli ha voluto così ricordare il suo ex allenatore: “Il Presidente De Laurentiis e tutta la SSC Napoli si uniscono al dolore della famiglia Di Marzio per la scomparsa del caro Gianni, storico e indimenticabile allenatore della squadra azzurra”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bologna-Inter va giocata: il giudice dice no allo 0-3 a tavolino. “I rossoblù fermati dalla Ausl per il Covid, nessun addebito”

next
Articolo Successivo

Australian Open, anche Jannik Sinner agli ottavi: sconfitto in 4 set il giapponese Daniel

next