“È scaduta la lunga sospensione che mi ha dato Facebook dietro la segnalazione di eleganti no vax per molestie e bullismo. Sono bullo e molesto”. Francesco Paolantoni ‘bloccato’, come spiega lui stesso con sarcasmo in un video postato alla fine del “divieto di pubblicazione”. Il comico è abituato a dire quello che pensa e ad esprimere le sue posizioni: “Quel che penso va accettato alla pari di come rispetto il pensiero degli altri. Invece mi è arrivata addosso una valanga di insulti e di messaggi violenti – spiega intervistato dal Corriere della Sera – A qualcuno ho replicato con un pizzico di ironia e sarcasmo. A qualche altro ho risposto per le rime”. Si definisce vittima di “un paradosso social” perché a quel punto Facebook ha deciso di bloccare lui e aggiunge che con i no vax è impossibile il confronto: “Credo sia dovuto a una sorta di immobilismo mentale, che impedisce di poter avviare un confronto tranquillo con altri che hanno idee diverse. E così scatta la reazione violenta”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Instagram, arrivano le storie a scorrimento verticale: è iniziato il test, ecco cosa cambia

next