“Siamo lietissimi che Zaki sia tornato in libertà”. Così Sergio Mattarella intervenendo all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Enna. Spiegando l’origine del nome dell’università, Kore, il presidente della Repubblica ha parlato di “dinamismo” che è stato “ben rappresentato dal rappresentante degli studenti”. Arrivato su un barcone otto anni fa, tra i tanti migranti che lasciano la loro terra affrontando una pericolosa traversata via mare, Remon Karam, 22 anni, è stato infatti l’unico giovane a parlare durante la cerimonia. Il dinamismo, ha spiegato ancora il Capo dello Stato, “di avere il coraggio di mettersi in viaggio a 14 anni superando quel mare che è stato sempre il mare dell’unione tra civiltà” che però “in questo periodo rischia di essere un mare di pericoli”. “Benvenuto – ha continuato – così come è esemplare e positivo il sogno di voler unire due terre di antica civiltà”. Lo stesso dinamismo, ha detto appunto Mattarella, “che ha condotto qui Patrick Zaki”. “Ma tutto questo raffigura il dinamismo del mondo che non può avere confini e deve essere accogliente e pronto ad integrarsi e a lavorare insieme”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carcere Torino, la denuncia del consigliere di Leu: “Struttura logorata, solo tre docce per un’intera sezione. Necessarie pene alternative”

next
Articolo Successivo

Riorganizzazione M5s, la base approva la nomina dei 5 vicepresidenti e la nascita dei 17 comitati politici. Conte: “Il 90% a favore”

next