“L’immigrazione è come la digitalizzazione, bisogna tutelare e sostenere sicuramente durante la transizione, ma sono fatti inevitabili, non ci sono muri da alzare ma bisogna prendere coscienza, tutelarsi e gestirli in maniera intelligente e con una visione, come sulla digitalizzazione”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, rispondendo nella replica a Montecitorio, all’intervento di Fabio Rampelli, deputato di Fratelli d’Italia, in materia di immigrazione durante le comunicazioni in vista del Consiglio europeo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nel centrodestra tregua con vista sul Colle, Berlusconi vede Salvini e Meloni: “Compatti e preparati per elezione del capo dello Stato”

next
Articolo Successivo

M5s, la richiesta di cambiare capogruppo (con un mese e mezzo d’anticipo) agita i deputati. Conte: “Riinnovo in vista del voto per il Colle”

next