Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este, organizzato sulle rive del lago di Como, quest’anno ha regalato una vera e propria perla. Si tratta della Boat Tail, ovvero la Rolls-Royce più costosa del mondo, col suo prezzo stellare di 23 milioni di euro.

Si tratta ovviamente di un esemplare unico, che era già stato svelato online ma che in una cornice suggestiva come quella ha finalmente debuttato dal vivo. Realizzato per un cliente assai facoltoso e rigorosamente anonimo, questa decappottabile su base Dawn è stato realizzato in quattro anni di lavoro (il solo telaio ha richiesto otto mesi) durante i quali sono stae impegnate 20 persone.

Il tratto caratteristico che salta subito all’occhio è proprio la tail, ovvero la coda: ispirata al mondo della nautica, ricorda infatti il ponte di una nave e “nasconde” un frigo destinato al refrigerio delle bottiglie di champagne. Da usare rigorosamente durante le soste, visto che l’auto (fa quasi impressione immaginarla tale) offre anche sediole e ombrellino per ristori improvvisati quanto lussuosi.

Sogni a parte, quest’anno il gruppo Bmw (che ha appena comunicato l’aumento delle sue previsioni sugli utili per l’anno fiscale 2021) è stato protagonista più che mai a Cernobbio, presentando una serie di concetti automobilistici tecnici ed estetici appartenenti a otto decenni e suddivisi in altrettante classi.

Alla kermesse ha partecipato pure l’artista Jeff Koons, ideatore di un’edizione limitata della Bmw M850i xDrive Gran Coupé: Koons ha fornito le prime informazioni sul suo progetto, denominato “The 8 X Jeff Koons”, nell’ambito di una presentazione Closed Room.

“In quanto incarnazione di precisione, raffinatezza e maestria artigiana, il risultato di questa collaborazione si inserisce alla perfezione nell’atmosfera della residenza rinascimentale sul lago di Como”, si legge in una nota ufficiale. Insieme ad Adrian van Hooydonk, capo di BMW Group Design, Jeff Koons ha parlato del legame tra arte e mobilità, di ispirazione e creatività e della cooperazione tra di esse.

Sul posto erano presenti 50 veicoli storici esclusivamente selezionati, i cui titoli sintetizzano le interpretazioni più suggestive ed emozionanti della storia dell’automobile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mercato auto Italia, a settembre immatricolazioni ancora giù: – 32,7%

next
Articolo Successivo

Salone di Ginevra, cancellata l’edizione 2022. Gli organizzatori puntano al 2023

next