In sella alla sua bici a pedalata assistita faticava a mantenere la traiettoria. Questo ha insospettito i carabinieri che, durante un controllo, hanno notato il ciclista e lo hanno fermato. Così, i militari non solo hanno scoperto che non aveva la patente, ritirata per alcuni precedenti di polizia, ma anche che nella borraccia, fissata alla due ruote, non c’era acqua o qualche altra bevanda energetica ma un buon vino rosso emiliano. Sottoposto ad alcoltest, il 41enne è risultato evidentemente ubriaco, con un tasso alcolemico di 1,61 grammi per litro, tre volte oltre il limite di legge. I fatti sono successi nella giornata di sabato 25 settembre lungo la via Emilia a Ozzano dell’Emilia, nel Bolognese: l’uomo, un 41enne italiano, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e segnalato alla Prefettura perché trovato in possesso di una dose di hashish.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, l’Asl annulla la gita da 85mila euro nata per rafforzare la collaborazione tra dirigenti. E spuntano altri 4mila euro spesi in gadget

next
Articolo Successivo

Arezzo, vandali devastano l’auto di un avvocato del Casentino: aiutava i figli dei genitori No Vax a farsi vaccinare

next