Ricevere assistenza ed eseguire operazioni con una semplice videochiamata. Ora è possibile farlo anche per le tasse grazie al nuovo sportello online di Agenzia delle entrate-Riscossione. I primi appuntamenti a distanza, che si svolgeranno tramite un collegamento diretto con un operatore dell’ente, partiranno dal 27 settembre, ma già da oggi, giovedì 23 settembre, i contribuenti possono prenotarsi nell’area riservata del sito.

Lo strumento permetterà di interagire con l’agenzia in tempo reale direttamente da casa tramite pc, smartphone o tablet. Attraverso una piattaforma che semplifica le procedure di riconoscimento e permette lo scambio di documenti con firma digitale, gli utenti avranno quindi la possibilità di svolgere tutte le operazioni disponibili allo sportello fisico, dalla semplice richiesta di informazioni all’assistenza su rateizzazioni, sospensioni o rimborsi. In questa prima fase sperimentale, il servizio sarà disponibile solo per le province di Roma, Lecce, Brescia e Bari ma entro la prima metà di ottobre arriverà anche a Milano, Modena e Bologna per poi essere esteso progressivamente ovunque.

La sezione “Trova lo sportello e prenota”, presente sul sito dell’ente, consente di scegliere tra due modalità di appuntamento: in presenza o a distanza. Per fissare un incontro online basta quindi accedere da lì all’area riservata, inserire le credenziali Spid o Cie e aprire la pagina “Appuntamenti e contatti”. A seguito della prenotazione, che può avvenire fino ai successivi quattro giorni lavorativi, il sistema genera una e-mail di riepilogo con tutte le informazioni utili, comprese le istruzioni per avviare chat video. Nel giorno e nell’ora scelti, sempre nell’area riservata, al contribuente resta solo da raggiungere la sezione “Consulta la tua agenda appuntamenti” e avviare il collegamento. Possibile dalla stessa pagina anche procedere a disdetta in caso di imprevisti mentre in caso di ritardo il margine concesso per collegarsi è di 10 minuti, pena la cancellazione della sessione.

L’attivazione dello sportello online rientra nel più ampio progetto di digitalizzazione intrapreso da Agenzia delle entrate-Riscossione per sviluppare nuovi servizi a distanza in grado di rendere sempre più agevole e immediato il rapporto con gli utenti. Una serie di soluzioni che consentiranno però anche di eliminare le attese negli uffici fisici, specie considerando l’alta affluenza registrata mediamente agli sportelli prima dell’emergenza sanitaria, con circa 6 milioni di contribuenti solo nel 2019.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bonus tv, da oggi si può chiedere il contributo per la rottamazione. I rivenditori: “Il portale dell’Agenzia delle Entrate non funziona”

next
Articolo Successivo

Inps, dal primo ottobre accesso ai servizi online solo con l’identità digitale Spid. Attiva anche la nuova funzionalità di delega

next