Katia Ricciarelli che usa la parola “ricc****e”, impreca. Amedeo Goria che tocca Ainett Stephens nonostante l’ostilità di lei. Al Grande Fratello la tv cattiva maestra sta andando in scena già dalla seconda puntata e sui social, va da sé, se ne parla. La cosa non piace al conduttore Alfonso Signorini che nella puntata del 17 settembre ha tuonato: “Voi quando siete a casa vostra e vedete una bella ragazza dite ‘che bella ragazza’? Eh?”. Siamo consapevoli che i social e il pubblico siano molto sensibili a certi temi, ma a tratti questa situazione rischia di diventare surreale. Questo non vuol dire liberi tutti, ogni cosa verrà considerata nella sua intenzione. Saremo comunque rigidi verso chi usa espressioni contro le donne, verso le bestemmie, verso le discriminazioni sessuali, ma non se la cosa non ha carattere offensivo. Se una persona fa quella che io chiamo una “caduta di gusto” non è offensivo, lo dico perché Katia Ricciarelli ha avuto delle cadute di gusto, io so che non siete irresponsabili, evitate tutto questo! E voi a casa non passate tutto il tempo ad evidenziare queste cose, godetevi lo spettacolo. Ci siamo anche un po’ stancati. E voi vip senso di responsabilità ed educazione perché entrate nelle case degli altri ma con la consapevolezza che se si fa uno scivolone in buona fede resta uno scivolone in buona fede”. Chissà se Signorini sa che il pubblico social commenta queste e molte altre cose che accadono nella Casa e che senza questa girandola di commenti e successive riprese su siti e giornali il suo spettacolo, probabilmente, perderebbe qualcosa. C’è chi li chiama punti di share. Ma sì che lo sa, Alfonso Signorini. Che davvero dovrebbe preoccuparsi dei messaggi che trasmettono gli episodi che lui definisce goliardici. Su Twitter molti commenti, il tenore? “Ipocrita”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Palombelli torna in tv dopo le frasi inaudite sul femminicidio e dice: “Una frase estrapolata. Ho sempre difeso le donne”

next
Articolo Successivo

“Mi ha messo della marijuana nell’insalata, dopo mangiato sono andato fuori di testa”: il racconto di Maurizio Vandelli su Linda Christian

next