Una maestra d’asilo di 59 anni di Monza è stata denunciata dai carabinieri e interdetta per un anno dall’esercizio della professione, con l’accusa di aver maltrattato 17 bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni, insultati e colpiti a calci e pugni.

I carabinieri della Compagnia di Monza hanno avviato immediatamente le indagini dopo aver ricevuto alcune segnalazioni sui metodi “sospetti” dell’indagata, installando telecamere e microfoni all’interno della classe, raccogliendo, in due mesi di accertamenti, un quadro indiziario completo, che, consegnato alla Procura, ha consentito di emettere il provvedimento cautelare. Dalle intercettazioni ambientali è emerso come la maestra, in modo abituale, aggrediva i bambini con calci, schiaffi, trascinamenti di peso, associate a imprecazioni e insulti (“ti stacco la testa, ti taglio le mani, oca, beduini”).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zaki, a Bologna il presidio di Amnesty International per chiedere la sua liberazione: “In carcere da troppo tempo, politica agisca” – Video

next